PRIMA OSPITATA: LORIANA LUCCIARINI


Salve amici, oggi ospito la scrittrice Loriana Lucciarini. Ho conosciuto Loriana per caso vedendo il suo evento in facebook nel quale regalava alcuni suoi libri. Così l’ho contattata e da lì… eccoci qui 😉

Loriana rappresenta, tra noi quattro, la saggezza, poiché è sempre disposta a dispensare consigli e a farsi in quattro (come ha ampiamente dimostrato in questa iniziativa).

Loriana nasce nel 1968, vive in provincia di Viterbo ma lavora a Roma. In una sua intervista racconta che amava scrivere sin da piccola e infatti aveva ricevuto una macchina da scrivere. Loriana pubblica diversi libri:

2013- I legami sottili dell’anima (Isbn: 9788891047014) una raccolta di poesie disponibile in cartaceo e in e-book;

2013- Sotto le nuvole (rif: 403900) una raccolta di poesie disponibile in cartaceo e in e-book;

2013- Il cielo d’Inghilterra (rif: 408018) un libro di narrativa;

2013- Little Thoughts / short stories (rif: 411389) un libro di narrativa;

2012 – Una fantastica caccia al tesoro (Isbn: 9788891047410) un racconto per ragazzi disponibile in cartaceo e in e-book.

Loriana partecipa anche a numerosi concorsi letterari e, anche qui, riesce a esprimere tutto il suo talento che diverse pubblicazioni:

2013 – Loriana ha partecipato alla III edizione “Poesia sotto le stelle 2013” superando la selezione. Pertanto le sue due lirice “Attesa” e “Fluido caldo”, sono state inserite nell’antologia di aa.vv. “Poesia sotto le stelle III edizione 2013”, edita da “Rupe Mutevole”;
2013 – Loriana ha partecipato all’antologia di poesia “Un cielo di Poesia

2013” curata da Matteo Cotugno, con un suo componimento poetico “Poesie, Fotografie di Attimi” – il libro è in formato e-book, fruibile gratuitamente su internet;
2013 – Loriana ha partecipato alla I edizione del Concorso nazionale Fairies  di Rupe Mutevole”, superando la selezione. Le sue due favole “Volo notturno” e “Miracolo di vita” sono state pertanto inserite nella raccolta di favole “Volando tra fili d’erba e nubi rosa” – di  Rupe Mutevole Edizioni 2013;
2013 – Loriana ha partecipato al Premio letterario “Scrivendo Racconto” superando la selezione tra 120 autori in gara. Il suo racconto “Grazie” è quindi presente nel volume “Scrivendo Racconto” di  Historica edizioni 2013.

Ho deciso di rivolgere a Loriana alcune domande:

Ciao Loriana e grazie per aver aderito a questo progetto. Ho alcune domande da porti così da farti conoscere meglio dai lettori. Dunque in una tua intervista affermi che a 11 anni hai ricevuto una macchina da scrivere. Viviamo ormai nell’era dei pc, potresti descriverci brevemente l’emozione di vedere un proprio prodotto scritto a macchina?
Più che emozione era un’impresa titanica! Tasti duri, nei quali le dita rimanevano intrappolate – a rischio slogatura delle falangi! -, nastro inchiostrato che, a metà dell’opera e dell’ispirazione, si esauriva e necessitava di esser sostituito… Scrivevo prima tutto a mano e poi ribattevo i testi a macchina. La fatica era tanta, ma hai ragione: era un’emozione trovarsi  tra le mani i fogli rilegati e ribattuti delle mie storie! Ora tutto questo è sostituito dal più pratico e veloce pc (per me fondamentale!), sicuramente un ottimo strumento di lavoro, incapace però di ispirarmi quel fascino old style che la macchina da scrivere sa dare.

La bambina Loriana che scriveva, aveva un pubblico di lettori o chiudeva il tutto in un cassetto?
Non ho mai pubblico, perché ero assolutamente gelosa di quel che scrivevo, custodivo tutto gelosamente ed ero terrorizzata nel farmi leggere, sembrava quasi mi denudassi.

Affermi che hai molte opere incompiute, un giorno le completerai?
Ci conto! E’ una delle mie priorità: riportare in  luce tutti i miei scritti, per dar loro vita…

Hai sempre sognato di diventare scrittrice? E i tuoi genitori, parenti, amici ti assecondavano o dicevano di restare coi piedi per terra?
Nessuno della mia famiglia mi ha mai spronata e incoraggiata in questo. In parte è stata colpa mia, visto che tenevo tutto assolutamente segreto. Negli anni la necessità di far  conoscere le mie opere però mi ha portato a fare un percorso faticoso di “svelamento”, non facile ma necessario. Quello che sono ora lo devo solo alla mia tenacia, è stato sicuramente un percorso più duro, ma assolutamente più appagante.

Che libri preferisci leggere?
Mi definisco “lettrice onnivora”: passo al giallo al romanzo, dal saggio alla poesia. Diciamo che però tutte le mie letture ricercano un approfondimento psicologico.

Vedo che hai partecipato a molti concorsi letterari e ogni giorno vengono organizzati nuovi concorsi. Tu in particolare come vedi questo fenomeno così dilagante?
Gli aspiranti scrittori sono sempre stati tantissimi, anche in passato. La differenza è che oggi, nell’epoca del social network, le informazioni sono più a portata di tutti, quindi anche la partecipazione ai concorsi letterari, prima più circoscritta e di élite; ora è più fruibile per ognuno di noi.

Spazi dalla prosa alla poesia, passando anche per il teatro. Generi completamente opposti che tu tratti con alto livello di professionalità, come riesci a farli combaciare e respingere allo stesso tempo?
Credo faccia parte della mia personalità (multisfaccettata, nevrotica, caotica e decisamente multitasking!). Onnivora come scrittrice, esattamente come lo sono per la lettura. Tutto ciò che è PAROLA mi affascina; il  poter tessere trame – utilizzando generi narrativi opposti – mi ha sempre affascinato. I racconti e il teatro sono nati prima, la poesia si è caratterizzata solo dopo, con la maturità.

I tuoi romanzi sono autoprodotti. Credi che l’autopubblicazione sia un’ottima finestra di lancio per giovani autori?
Ne sono assolutamente convinta! Moltissimi bravi scrittori, sconosciuti ai più eppure pieni di talento, si vedono ignorati dalle case editrici più importanti e il loro lavoro non viene considerato, perché queste ultime tengono conto più delle proiezioni di mercato che della qualità del libro. Chi ce la fa a farsi pubblicare, quasi sempre ci riesce grazie a  una grande dose di fortuna. Ma sono casi rari: per uno che ce la fa, tantissimi altri scrittori talentuosi collezionano rifiuti..
Con la nascita dell’editoria digitale, invece, è data a tutti l’opportunità di vedere stampato il proprio libro, a costo praticamente zero. L’autore può seguirne le vendite e può attivamente lavorare affinché il proprio sogno abbia la reale possibilità di realizzarsi. Autopubblicandosi si compie un passo importante, diventando il primo editore di se stessi. Evitando poi – tra l’altro – di finire nelle mani dei “cosiddetti editori a pagamento”, che speculano sulle speranze di tanti aspiranti scrittori, spillando loro soldi per pubblicazioni improbabili.

Progetti in cantiere? Nuove liriche o nuovi romanzi?
Certo! Due nuove raccolte di poesie, una raccolta di racconti brevi e un romanzo quasi pronto per la pubblicazione! Ma ora mi sto concentrando sulla presentazione e il reading dei miei precedenti libri, per avere un contatto diretto di pubblico e i relativi stimoli che questo fa scaturire.

Ultima domanda: in Italia si legge poco (le statistiche lo dimostrano) ma si scrive tanto. A tuo parere come si potrebbe incentivare la lettura così da diminuire questo scarto?
Domanda difficile. Si inizia anzitutto in famiglia e nelle scuole a invogliare i giovani alla scoperta delle emozioni che la lettura trasmette. Ma nell’era del twitter e degli smartphone direi che la strada è tutta in salita… Un’idea che mi salta in mente è proporre corsi di scrittura nelle scuole, questo invoglierebbe i ragazzi a leggere i classici con un modo tutto nuovo. Non solo la scoperta della storia in sé, ma anche dello stile narrativo, della costruzione della trama… non potrebbe essere la scintilla in più per far nascere nuovi, appassionati lettori?

Grazie Loriana e in bocca al lupo per i tuoi progetti! A voi, lettori, grazie per sostenerci, alla prossima 🙂

Vi ricordo i contatti della nostra Loriana:
profilo personale facebook            https://www.facebook.com/loriana.lucciarini
altro profilo facebook (Charlotte Ridley)        https://www.facebook.com/charlotte.ridley.940?fref=ts
gruppo autrice facebook                 https://www.facebook.com/groups/252843554865944/
pagina facebook    (Scintille d’Anima)        https://www.facebook.com/pages/Scintille-Danima-di-Loriana-Lucciarini/298099916867324
blog Scintille d’Anima                http://scintille-d-anima-dilorianalucciarini.blogspot.it/

Loriana Lucciarini ha pubblicato alcuni suoi scritti con lo pseudonimo di Charlotte Ridley.
Qui è possibile visionare una sua intervista: http://vetrinadelleemozioni.blogspot.com/2011/11/intervista-colloquiocon-charlotte.html

Loriana

Annunci

5 pensieri su “PRIMA OSPITATA: LORIANA LUCCIARINI

  1. Ginevra Wilde ha detto:

    Concordo, Loriana è la saggezza di ogni gruppo 😀 sto seguendo questa iniziativa e innanzitutto mi sta piacendo molto, poi sto avendo l’occasione di conoscere meglio Loriana con la quale ho l’onore di confrontarmi e lavorare insieme.
    Vorrei chiederti, cara Loriana, cosa ha fatto scattare il passaggio tra Charlotte Ridley e Loriana Lucciarini?

    Mi piace

  2. VINCENZO CINANNI ha detto:

    BUON POMERIGGIO… SALUTO TUTTI VOI!
    MI CHIAMO VINCENT, e scrivo poesia.
    HO AVUTO il privilegio di conoscere LORIANA LUCCIARINI anni fa, su FB.
    RITENGO SIA un’artista, sensibile , colta ed attenta ai contenuti delle pagine che gestisce. LE FACCIO… UN ENORME IN BOCCA AL LUPO! BY VINCENT’…

    Mi piace

  3. Loriana ha detto:

    ciao Ginevra, grazie per la stima e per i complimenti! Il passaggio da Charlotte Ridley a Loriana Lucciarini è stato un percorso faticoso, personale. Farsi leggere equilvaleva a mettere a nudo la mia anima. E’ stato un passaggio fatto di piccoli passi. In questo mi ha aiutato molto facebook: ho iniziato a postare ciò che scrivevo con lo pseudonimo di Charlotte. Visti i buoni risultati e il gradimento di chi leggeva ho lentamente maturato la convizione che avrei voluto “metterci il nome” sulle cose che scrivevo. Così è scattata quella fatidica magica “molla” ed eccomi qui… Loriana Lucciarini, son io! 🙂 un abbraccio

    Mi piace

  4. Loriana ha detto:

    Ringrazio Vincenzo Cinanni per il saluto pieno di affetto e stima. Vincenzo è un poeta sensibile e delicato, una persona davvero speciale e sono orgogliosa di poter avere attestati di stima di persone così! un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...