RECENSIONE DI… “NON DIRMI UN’ALTRA BUGIA” DI MONICA MURPHY


Salve lettori oggi vi parlo di un romanzo che è stato capace di sconvolgermi positivamente. Ammetto che in un primo momento l’ho definito il “Pretty woman” su carta, ma, procedendo nella lettura, mi sono dovuta ricredere. Mi riferisco a “Non dirmi un’altra bugia” di Monica Murphy (Newton compton editori).

non-dirmi-un-altra-bugia

Drew è un ragazzo molto popolare, migliore giocatore della squadra di football, studente al college. Bello, attraente è il sogno di ogni ragazza. Fable è una ragazza difficile, lavora in un bar per guadagnarsi da vivere e deve badare al fratellino e alla madre alcoolizzata. Drew e Fable si incontrano per questioni lavorative, infatti il ragazzo le propone, dandole in cambio tremila dollari, di fingere per una settimana, quando si recherà dalla sua famiglia per celebrare la festa del Ringraziamento, di essere la sua fidanzata. Fable accetta allettata dal sapore dei soldi, ma una volta giunta in quella famiglia di “pazzi” le cose non saranno affatto facili. Drew ha seri problemi familiari e la figura della matrigna Adele è troppo inquietante. Se poi a tutto questo si aggiungono i sentimenti che i due iniziano a provare reciprocamente, la situazione diviene alquanto insopportabile.

“Scrivimi “Marshmallow” e qualsiasi cosa io stia facendo, verrò di corsa.”

Il romanzo potrebbe sembrare una banale e scontata love story. I due che fingono di amarsi e poi si innamorano davvero con finale alla “vissero tutti felici e contenti”. Tuttavia l ‘autrice, dopo aver giocato nei capitoli iniziali proprio su questo equivoco, prepara per i suoi lettori una succulenta sorpresa. L’opera assume tutte le connotazioni di un dramma psicologico. Il povero Drew nasconde ferite profonde nel suo animo, dolori inconfessabili che provocano frequenti sbalzi di umore dei quali a farne le spese, è la povera Fable.

E’ proprio la giovane a essere la vera protagonista del romanzo. Il suo è un percorso di formazione. Fable cresce in queste pagine. Da ragazzina diviene una donna. Ella, pur avendo i suoi gravi problemi familiari, è decisa ad aiutare Drew. Vuole liberarlo dai fantasmi del passato, vuole convincerlo che nelle vita esiste sempre il punto esatto dal quale ripartire e loro ripartiranno insieme.

Lo stile, semplice, fluido e lineare, è caratterizzato da brevi frasi nelle quali si rispecchiano appieno i sentimenti dei protagonisti. Si tratta di un romanzo nel quale buona parte del testo è occupato dall’introspezione. I pensieri, le sofferenze e le gioie dei protagonisti sono descritti in maniera magistrale dalla penna dell’autrice. Il lettore vive le vicende narrative con intensa partecipazione, sentendosi anch’egli lì, in quelle stanze, con i due ragazzi. Soffre con loro, piange con loro, sorride con loro e rimane sbalordito con loro dinanzi alle rivelazioni (vere o presunte) da parte della cattivissima Adele.

E’ un romanzo del quale consiglio la lettura, poiché riesce a trattare con la leggerezza tipica del genere romance, tematiche particolarmente serie e dolorose, anche se il lieto fine alla “vissero tutti felici e contenti” non c’è e, forse, è proprio questo che lo rende speciale e diverso dal genere puramente rosa.

LINK ACQUISTO Non dirmi un’altra bugia (One Week Girlfriend Vol. 1)

 

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...