RECENSIONE DI… “ANNA BOLENA” DI CAROLLY ERICKSON


Salve lettori, continuano le recensioni del “ciclo Tudors” con “Anna Bolena” di Carolly Erickson (Mondadori Editore).

cop

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di Anna Bolena. La celebre donna dagli occhi sporgenti, testarda, caparpia, maliziosa. Colei che riuscì a entrare nelle grazie del re, a sposarlo provocando lo scisma in Inghilterra e da lui condannata a morte ufficialmente per adulterio, ma in realtà perché non era riuscita a dargli figli maschi ed era ormai divenuta un personaggio scomodo.

Carolly Erickson ricostruisce le vicende della celebre regina che amò definirsi “la più felice”.

L’opera si apre, come se fosse un romanzo, narrando l’arrivo di Maria, sorella di Enrico, alla corte francese dove viveva la giovane Anna, prosegue con una disgressione sulle abitudini della corte francese in merito alle relazioni extraconiugali e poi si sposta sulle vicende inglesi.

Il personaggio di Anna Bolena è, ancora oggi, un personaggio enigmatico e controverso. C’è chi la ama e c’è chi la odia. L’autrice riesce a prendere le distanze da leggende, aneddoti e preferenze e racconta i fatti in maniera oggettiva servendosi di uno stile semplice, lineare, mai noioso.

Anna è una vittima. Inizialmente è vittima del padre, colui che la spinge nel mondo delle grandi corte europee; poi è vittima di sè stessa e dei suoi desideri di grandezza; è vittima del destino che si accanisce prepotentemente contro di lei e, non per ultimo, è vittima di suo marito che non esita a tradirla ripetutamente arrivando fino a sbarazzarsi di lei per poter sposare un’altra donna (Jane Seymour).

Al di là dei giudizi dati a posteriori o delle tesi sulla non fondatezza delle accuse che portarono Anna alla morte, ciò che va evidenziato dell’opera è la sua completezza. L’autrice offre al lettore un ritratto a tutto tondo della celebre donna, soffermandosi anche su avvenimenti minori come le vicende quotidiane all’interno della corte di Enrico VIII. Si scoprono particolari sconosciuti a quanti hanno studiato su quelle poche pagine che dedicano all’argomento i libri di storia scolastici, ma di spiccato interesse che permettono al lettore di comprendere quanto la società cortigiana non fosse dedita solo a banchetti, danze e battute di caccia.

LINK ACQUISTO Anna Bolena (Oscar storia Vol. 360)

Vi ringrazio per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

4 pensieri su “RECENSIONE DI… “ANNA BOLENA” DI CAROLLY ERICKSON

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...