RECENSIONE DI: “LETTERE D’AMORE DI ENRICO VIII AD ANNA BOLENA”


Salve lettori, il ciclo Tudors continua con le “Lettere d’amore di Enrico VIII ad Anna Bolena” (Nutrimenti editore).

610xgwzfvwl-_sl1222_

L’opera presenta al lettore un’alternativa al tradizionale saggio storico, poiché a parlare è Enrico VIII in persona. La sua voce giunge non attraverso il filtro del romanzo storico, ma direttamente dalla sua mano di re che scrive lettere di suo pugno.

L’opera si apre con un saggio introduttivo della studiosa Nadia Fusini la quale presenta la “storia d’amore” tra Enrico VIII e Anna Bolena narrando tutte le vicende storiche (innamoramento, divorzio da Caterina d’Aragona con conseguente scisma anglicano, ascesa e caduta di Anna riscattata poi dall’avvento al trono di sua figlia Elisabetta.)

La parte centrale dell’opera, nonché la più affascinante, è occupata dalle lettere. Sono diciassette le missive contenute in questo volume (conservate presso la biblioteca Vaticana). Una precisazione è doverosa: le risposte di Anna sono andate perdute, probabilmente perché vennero distrutte da Enrico stesso.

Le lettere non sono datate, per cui risulta difficile stabilire l’esatta cronologia che si può solamente ipotizzare conoscendo gli eventi storici ai quali Enrico allude. Nove lettere sono scritte in lingua francese, la lingua della seduzione. Protagonista è un Enrico innamorato, un servitore della donna secondo la tradizione dell’amore cortese, colpito dal dardo d’amore, che auspica di poter avere presto con sè la sua amata; le restanti otto sono in lingua inglese e trattano argomenti pragmatici riguardo la politica del regno, anche se il tono del re è comunque dolce. Completano la raccolta due lettere scritte da Anna al cardinale Wolsey, una delle quali reca un post scriptum di Enrico. La lettura prosegue con l’ultima lettera di Anna al marito redatta durante la prigionia. Lettera dalla dubbia autenticità, mai giunta tra le mani di Enrico, che sarebbe stata ritrovata tra le carte di Thomas Cromwell. Chiude la raccolta una lettera, in lingua inglese, scritta da Enrico all’amata Jane Seymour quando egli era ancora sposato con Anna. Nella lettera si legge di un uomo innamorato che auspica di poter presto congiungersi con la sua donna e per questo ricorda quelle indirizzate alla Bolena.

Il volume si chiude con un saggio di Iolanda Plescia che sviluppa tematiche storico – filologiche riguardo il ritrovamento e la pubblicazione delle lettere.

In questo “gioco storico” il lettore non resta in disparte. Egli legge con vivace interesse le epistole scoprendo il lato romantico di un personaggio austero, severo e un pò “Barbablù” quale è la figura di Enrico VIII che la tradizione tramanda sino a noi.

LINK ACQUISTO Lettere d’amore di Enrico VIII ad Anna Bolena

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...