RECENSIONE DI… “LE STELLE NON SONO LONTANE” DI CANDIDA MORVILLO


Salve lettori, oggi vi parlo del romanzo d’esordio della giornalista Candida Morvillo dal titolo “Le stelle non sono lontane” (Bompiani editore).

Carmela è una bambina calabrese che vive con la sua famiglia in un piccolo paese legato alle tradizioni e in una precaria situazione economica. In una vita di ristrettezze, Carmela sogna il dorato mondo dello spettacolo e così si trasferisce a Roma per intraprendere gli studi universitari e per realizzare il suo sogno. Il romanzo si svolge nell’arco di una settimana, precisamente la settimana che precede la conferenza stampa di presentazione dei palisensti. A chi verrà affidata la conduzione dell’agognato show del sabato sera? Carmela, che nel frattempo si fa chiamare Astrid, deve lottare con le unghie e con i denti per sbaragliare la concorrenza. Ogni “collega” ha al suo fianco un angelo custode e dietro tutti c’è la grande e importante presenza del Presidente conteso dalle giovani donne in cerca di applausi pronte a colpirsi a suon di scandali.
Il romanzo presenta, con assoluta leggerezza, uno spaccato di Italia contemporanea nella quale un ruolo di primo piano lo ricopre la televisione non solo come veicolo di informazioni e intrattenimento alla portata di tutti, ma specialmente come mondo patinato e perfetto al quale aspirare.
Astrid rappresenta tutte quelle donne che si mettono in gioco, pronte a tutto (letteralmente a tutto!) pur di raggiungere i propri scopi. Ella vive una vita vuota e sterile, falsa come lo è la sua storia d’amore col piccolo conte Giangi di Settembrini, che vuole sposare per ottenere stabilità e prestigio, e come falso e illusorio è il mondo delle celebrità laddove basta uno scatto fotografico, un naso perfetto, la spinta giusta per divenire una “star” e trovarsi il portafoglio pieno.
Accanto a lei vorticano tanti personaggi ognuno col proprio ruolo ben definito. L’agente,la soubrette dalla carriera finita, la ragazza di origini nobili un pò svampita, la tipa straniera venuta a far carriera in Italia, la ragazzina che sogna un futuro nella tv (e lo ottiene!). Tutti hanno uno scopo ben preciso da raggiungere e tutti sono tremendamente egoisti nel raggiungerlo.
Il romanzo si rivela essere una piacevole lettura, sì di evasione, ma, soprattutto, di riflessione. L’autrice traccia una trama ben definita nella quale gli eventi si susseguono capitolo per capitolo, ma pone anche grande rilievo sul lato psicologico dei personaggi, in particolar modo su quello di Astrid.
Astrid cresce man mano che le righe scorrono sotto gli occhi dei lettori. Si rende conto di aver vissuto senza comprendere cosa ha vissuto, prendendo consapevolezza di sè, delle proprie capacità, dei suoi sogni, di quella che è la vita vera. Solo così è pronta per il vero e grande salto di qualità che la vita le offre, rappresentato simbolicamente dalla sorpresa di un nuovo programma da lei condotto e che corrisponde esattamente all’ideale di televisione al quale agognava sin da bambina.
“Le stelle non sono lontane” è un’opera sociale. Un trattato sulla società moderna, presentato attraverso i canoni della scrittura romanzata, un invito sì a credere nei propri sogni e nel mondo della televisione, ma senza mai annientarsi e perdere la propria identità, un romanzo dal finale senza il “vissero felici e contenti”.

LINK ACQUISTO Le stelle non sono lontane (Narratori italiani)

Vi ringrazio per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

4 pensieri su “RECENSIONE DI… “LE STELLE NON SONO LONTANE” DI CANDIDA MORVILLO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...