RECENSIONE DI… “UN GIORNO, FORSE” DI LAUREN GRAHAM


Salve lettori, oggi vi parlo del libro del quale è autrice la “mamma per amica” per eccellenza. Mi riferisco a “Un giorno, forse” di Lauren Graham (Sperling&kupfer editore).

Franny è una giovane sognatrice. Si è trasferita a New York avendo nella testa un solo, grande obbiettivo: sfondare nel mondo della recitazione. Ella deve impegnarsi in quanto ha deciso di darsi un tempo, se non realizzerà il suo sogno nell’arco di tre anni, dovrà tornare a casa. Per Franny le cose non sembrano andare bene. Il tempo passa e, fatta eccezione per alcuni spot pubblicitari e per lo spettacolo di fine anno organizzato dalla scuola di recitazione che frequenta (che lei arricchisce con una disastrosa caduta sul palco) non c’è l’ombra di un ingraggio. Sempre più sconsolata, Franny si prepara psicologicamente a demordere, ma il destino ha in serbo altro per lei.

“Magari non sei ancora riuscita a raggiungere i tuoi obiettivi, ma la tua agenda ti mostra che hai continuato a riempire le pagine. La quantità diventa qualità, come dice il racconto. Non devi credersi per forza, al tuo successo. Devi soltanto stringere i denti e non mollare mai; andare avanti giorno dopo giorno, e qualcosa succederà.”

Il romanzo, che mi sento di consigliare principalmente al pubblico delle giovanissime, si prefigge lo scopo di trasmettere una lezione di vita. Non mollare mai, credere nei propri sogni, perché un giorno forse…

Ben riuscito è il personaggio della protagonista. Una ragazza tenace e imbranata allo stesso tempo, attratta dallo sfavillante mondo dello spettacolo, ma, allo stesso tempo, risucchiata da esso, combattuta nelle scelte d’amore tanto da non accorgersi di cosa accade davanti a se. In Franny ci si può facilmente riconoscere. In ognuna di noi vive una piccola (o grande) Franny.

Testa e cuore. Vita sicura o l’ignoto dell’arte. Sono questi i cardini sui quali si fonda la trama del romanzo, che l’autrice ha saputo tracciare con grande maestria. Si serve di uno stile semplice, ricco di dialoghi serrati, descrittivo ma mai noioso, capace di sorvolare anche sulle situazioni decisamente prevedibili e utilizzate da cinema e letteratura.

E’ un lettore avido quello che stringe tra le mani questo volume. Egli patteggia per la buona riuscita delle avventure della giovane Franny, si ritrova catapultato sotto i riflettori e, ahimè, resta un pò spaesato dinanzi al rapido e incerto finale. Va bene il finale aperto ma interrompere la narrazione “sul più bello” non è cosa piacevole…

LINK ACQUISTO  Un giorno, forse

Vi ringrazio per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...