RECENSIONE DI… “TACCO 12, ADDIO!” DI LEANNE BANKS


Salve lettori, oggi vi parlo di un romanzo al sapore di mare e mondo d’affari. Mi riferisco a “Tacco 12, addio!” di Leanne Banks (Harlequin Mondadori editore).

tacco-12-addio1_hm_cover_big

Amelia è una giovane donna impiegata presso la Bellagio calzature, famosa azienda produttrice di scarpe di lusso. Bella e dai modi gentili, dopo essere stata lasciata per la terza volta dal suo fidanzato, decide di seguire la signora Lillian, proporietaria dell’azienda, nel suo resort in Florida come assistente personale. E’ proprio in questo paese marittimo, respirando clima leggero, che, mentre Amelia è seduta al bar intenta a compilare una lista di nuove esperienze da vivere, conosce Jack, il classico bello e dannato pronto a estorcerle informazioni riservate sull’azienda in cambio di sorrisini e attenzioni. Tra i due nasce una profonda intesa sessuale che continua anche quando si ritrovaranno ad Atlanta.

“A volte mi sono chiesto se ti ho sognata tanto da farti comparire, ma non avrei mai avuto il coraggio di essere così sincero nei miei desideri.”

Il romanzo sviluppa una trama molto di moda in quest’ultimo periodo: lei, ingenua e tanto brava ragazza, e lui, lupo cattivo pronto a deviarne la buona condotta.

 L’opera è di piacevole lettura, l’ideale per evadere da questa nostra grigia realtà, ma al di là dell’intreccio appassionante non vi è altro.
L’autrice narra le vicende in terza persona e questo, di per sè, crea nel lettore un certo distacco che aumenta se si uniscono i bruschi passaggi narrativi da una situazione all’altra.
Ciò che lascia davvero perplessi è la caratterizzazione dei personaggi principali. Amelia appare totalmente succube e dipendente dalla figura maschile che le è accanto. Incapace di sviluppare una sua personalità, anche quando cerca di rimanere ferma sui suoi precetti ecco che, poco dopo, cede divenendo anche leggermente ridicola. Da brava bambina educata è capace di trasformarsi in una dea del sesso (raccapricciante!). Jack dal passato difficile, dai tanti problemi e dall’identità più o meno ignota, colui che perde la testa per la dolce Amelia fa venire la pelle d’oca. Il grande ragazzaccio mette la testa apposto e lo fa con un finale da favola.
Insomma, questo romanzo è un ottimo mezzo per impiegare del tempo libero, poiché si tratta di una lettura agevole e senza grandi pretese. Piccola nota: si consiglia una lettura “semplice” basata solo sulla trama, senza indagare oltre cercando di immedesimarsi nei personaggi.

LINK ACQUISTO Tacco 12, addio!

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...