RECENSIONE DI… “FACCIAMO FINTA CHE NON SIA SUCCESSO NIENTE” DI MADDIE DAWSON


Salve lettori, oggi vi parlo di un libro del quale è protagonista l’amore nelle sue diverse sfaccettature. Mi riferisco a “Facciamo finta che non sia successo niente” di Maddie Dawson (Giunti editore).

facciamo-finta-che-non-sia-successo-niente-1334014482

Grant e Annabelle sono sposati da molti anni, vivono nel New Hampshire e trascorrono un’esistenza monotona e grigia. I figli, Nick e Sophie, ormai sono grandi, hanno le loro vite e vivono lontano, Grant è ossessionato dal libro che sta scrivendo e ad Annabelle, costantemente in preda a crisi di nervi, non resta che fare la donna di casa, trascurata dal marito col quale fa l’amore ogni mercoledì mattina. Le improvvise complicazioni durante la gravidanza della figlia Sophie, permettono ad Annabelle di recarsi a New York per assisterla, ma Sophie non sa che quella città tanto sfavillante è custode di un grande segreto. Proprio lì, ventisei anni prima,  la giovane Annabelle ha tradito il marito ed è proprio lì che, per puro caso, si ritroverà faccia a faccia col suo amante che non ha mai dimenticato. Tra luoghi immensi, lacrime, sorrisi, gioie, dolori, incomprensioni e il grande miracolo della Vita, Annabelle ha la possibilità di riflettere sul suo passato e di raccontare la sua storia.

“Annabelle, voglio che tu sappia che averti perso è stata una cosa da cui non mi sono più ripreso. E’ stato il più grande errore che abbia mai commesso. Potrei non avere un’altra occasione per dirtelo.”

L’opera, di genere rosa, si presenta come una celebrazione dell’amore nelle sue diverse forme. I

l libro è colmo d’amore: l’amore coniugale, il più difficile da vivere, continuamente messo alla prova dalle insidie e dagli imprevisti della vita, l’amore adultero, sessualmente appagante, ma capace di lasciare un vuoto incolmabile, l’amore per i figli, bello, puro, genuino, il più autentico.

La protagonista, giunta al traguardo dei cinquant’anni, mette la sua anima a nudo. Senza esitazione, ripercorre gli avvenimenti che la portarono a innamorarsi dell’uomo che l’ha chiesta in moglie e, successivamente, riprova sulla sua pelle la delusione nel prendere coscienza che quel matrimonio non fosse  ciò che aveva sempre sognato, poiché non è facile essere la moglie di un uomo per il quale al primo posto, nella sua vita, ci sarà sempre e solo il lavoro.

Questa delusione di fondo è la scintilla che provoca il grande adulterio. Anche Jeremiah soffre a causa di un matrimonio sbagliato e di una’esistenza all’ombra di sua moglie. E’ stato proprio questo a unirli e, successivamente, a separarli.

L’autrice sviluppa tematiche difficili con grande delicatezza. Riesce a fornire un ritratto completo dei personaggi, dando grande importanza al piano psicologico, focalizzandosi sulle reazioni e sui sentimenti.

Lo stile è semplice, lineare e fluido. L’opera è un continuo viaggio nel tempo, tra passato e presente, condotto con magistrale competenza così da non creare confusione nel lettore.

Un romanzo capace di rapire il lettore, di condurlo per mano attraverso le vicende narrate, come qualunque buon libro dovrebbe fare, ma, soprattutto,  è in grado di farlo riflettere su quel sentimento meraviglioso e contraddittorio che chiamiamo “Amore”.

LINK ACQUISTO Facciamo finta che non sia successo niente

Vi ringrazio per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...