RECENSIONE DI… “IL REGALO PIU’ GRANDE” DI JENNY HALE


Salve lettori, oggi per voi un nuovo romanzo notalizio. Mi riferisco a “Il regalo più grande” di Jenny Hale (Leggereditore).

9788865085707_0e260894-7603-4082-9261-53beee55f5f7_large

Allie, trentaduenne con un diploma in Pedagogia ma senza lavoro, grazie all’aiuto della sorella, agente immobiliare, accetta di divenire amministratrice della dimora della famiglia Marley per sostituire Robert impegnato in viaggi di lavoro. La tenuta sta per essere venduta e Allie ha il compito di organizzare le feste natalizie durante le quali la famiglia si riunirà per l’ultima volta tra quelle mura. Davanti agli occhi di Allie si palesano lusso, ricchezza e la stramba famiglia Marley composta da nonna Pippa, eccentrica vecchina che si muove con lo scooterino, Kip, aitante playboy, Sloane alle prese col dramma del divorzio e lo stesso Robert, gelido e distaccato ma dal cuore d’oro.

“Tu sarai il collante che terrà insieme questa famiglia. Sarai tu che starai a capo della tavola dei Marley e lo farai per diverse generazioni. Ne sono certa.”

L’opera assume le tinte della commedia romantica in salsa natalizia alternado le risate con le riflessioni. Quello che colpisce è la situazione della famiglia Marley. Apparentemente potrebbe sembrare che questi individui abbiamo tutto dalla vita grazie al potere dei soldi ma ci sono cose che i soldi non possono comprare primi tra tutti l’affetto e l’unità familiare. La famiglia Marley è una famiglia sgretolata: colpita dal dolore seguito alla morte dei genitori dei tre ragazzi non è più riuscita a riprendersi. Tutti preferiscono scappare, trovare soluzioni alternative pur di non guardare in faccia la realtà e lasciarsi andare alle proprie debolezze. Sarà la presenza di Allie a fare da collante e a rimettere insieme i cocci rotti.

Il personaggio di Allie è quello al quale il lettore tende ad affezionarsi. Ella appare diversa a seconda delle circostanze: matura sul lavoro, capace di essere una perfetta direttrice, perde la sua autorevolezza dinanzi all’amore. Oscilla continuamente tra Kip e Robert dando vita a un curioso quanto infantile triangolo con protagonisti i due fratelli, torna poi sicura di sé nelle pagine finali del romanzo fino al bellissimo lieto fine.

Personaggio chiave dell’opera è Robert. Molto più incisivo del fratello Kip, pur essendo spesso dietro le quinte, riesce a imprimere sulla narrazione la sua personalità. Robert non viene presentato come il bell’uomo da sposare a ogni costo ma come il burbero della situazione che preferisce il lavoro alla famiglia con una grande generosità ben nascosta. Robert è un personaggio da scoprire man mano, pagina dopo pagina, rigo dopo rigo.

L’autrice si serve di uno stile semplice, leggero, dialogato, elementi, questi, che rendono il testo di agevole lettura. Particolamente apprezzata è la scelta tematica: Natale è famiglia, è riunirsi attorno al tavolo, è condividere emozioni che siano esse di gioia o di dolore.

Pieno è il coinvolgimento emotivo del lettore che legge avidamente ogni pagina per scoprire come andrà a finire e chi si aggiudicherà il curoe della bella Allie, anche se, onestamente, già si intuiva dalla prima presentazione!

LINK ACQUISTO Il regalo più grande (Leggereditore Narrativa)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...