RECENSIONE DI… “UN INDIMENTICABILE NATALE D’AMORE” DI MILLY JOHNSON


Salve lettori, le vacanze natalizie hanno preso il via e le nostre letture a tema proseguono. Oggi parliamo di “Un indimenticabile Natale d’amore” di Milly Johnson (Newton Compton editori).

unindimenticabilenataledamore

Eve, organizzatrice d’eventi di professione, precisa e gran lavoratrice, odia il Natale poiché questo le ricorda la tragica morte del suo fidanzato Jonathan, militare caduto in servizio. Eve fa di tutto per evitare questa festa ed è un vero e proprio trauma quando, alla morte della zia Evelyn, eredita un parco a tema natalizio. In quest’avventura Eve non sarà sola ma al suo fianco avrà un socio in affari: l’affascinante e misterioso Jacques Glace. I due si mettono all’opera tra litigate, battute pungenti, momenti imbarazzanti, equivoci e dolcezze. Due personalità apparentemente diverse ma dalle storie simili, destinate a incrociare ancor di più le loro strade, sotto lo sguardo della vecchia cara zia Evelyn, colei che ha scoperto troppo tardi la bellezza della vita.

“Se provassi a baciarti, mi respingeresti?”

“No.”

“Devo recuperare del vischio prima di farlo?”

“No.”

“Un indimenticabile Natale d’amore” è uno di quei romanzi capaci di lasciare un segno nel lettore, anche quando il Natale sarà solamente un ricordo. La storia di Eve e dell’affascianante Jacques Glace ha qualcosa di speciale. Non si tratta di una commedia o di un romanzo di pura evasione ma di un’opera che si serve della leggerezza e della magia natalizia per raccontare una storia importante.

Protagonista indiscusso del romanzo è l’amore. Amore nel senso più universale del termine, presente nell’opera sotto varie sfaccettature: amore per il Natale, per la vita, per la famiglia, per gli animali e amore uomo-donna.

Eve è un personaggio psicologicamente complesso. Si rifugia nel lavoro per non vivere. Troppo legata al ricordo dell’amato fidanzato, sceglie metaforicamente di morire con lui. Nella sua non vita non esistono sorrisi, feste, divertimento. Vive a “Darkland” una casa fredda e inospitale dove c’è una candela perennemente accesa in ricordo di Jonathan a donare un flebile senso di calore.

Molto simile è il personaggio di Jacques, apparentemente burbero e misterioso, vive nel trauma e nel ricordo di ciò che ha perso, anche se, a differenza di Eve, riesce a tenere ben salda sul suo viso la maschera dell’apparenza.

Due personaggi che l’autrice ha saputo costruire alla perfezione facendoli incastrare l’uno nell’altro per culminare in un dolcissimo lieto fine.

Lo stile è semplice, fluido, ricco di dialoghi incisivi e di frasi generalmente brevi ma capaci di segnare l’animo del lettore. Il ritmo è serrato laddove la narrazione necessita di momenti avventurosi e diviene tenue nei momenti di alta psicologia.

Totale è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale avverte su di sè tutti i turbamenti e i colpi di scena vissuti dai personaggi.

Una lettura piacevole e originale per queste feste natalizie.

LINK ACQUISTO Un indimenticabile Natale d’amore

 

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...