RECENSIONE DI… “UNA STR…EGA SOTTO L’ALBERO” DI CORINNE SAVARESE


Salve lettori e buona ultima domenica dell’anno, oggi vi parlo di un altro romanzo a sfondo natalizio. Mi riferisco a “Una str…ega sotto l’albero” di Corinne Savarese (Rizzoli editore).

51x0uj4lspl-_sx373_bo1204203200_

Amanda De Winter, interior designer vera e propria celebrità a Hollywood, donna fredda e arcigna, confessa durante un’intervista televisiva di desiderare un toy boy. Anthony Costello, suo assistente, siciliano di nascita, la odia tanto da soprannominarla “Strega”. Il giovane vive una vita privata a dir poco rocambolesca, infatti suo zio Tony vorrebbe che  sposasse Concetta, fanciulla perennemente sorridente ma poco attraente. Anthony si ribella fuggendo dalla festa di compleanno della sua promessa sposa durante la quale avrebbe dovuto annunciare il fidanzamento e si imbatte proprio nella strega in difficoltà a causa di uno scippo. Anthony non ci pensa due volte: fa salire la donna sulla sua moto e parte all’inseguimento. Il giorno seguente sui giornali è un delirio: Anthony è a tutti gli effetti il toy boy di Amanda. Tra situazioni esilaranti, equivoci, tenerezze e cattiverie riusciranno i protagonisti a trasformare una storia d’amore costruita a uso e consumo dei media in un sentimento autentico?

“Tra milioni di abitanti che vivono in questa città, io dovevo aiutare proprio lei! Amanda De Winter Demonio! Ho corso il rischio di ammazzarmi per lei! Vaffanculo, non lo merita affatto. Poteva crepare cadendo in un tombino nel tentativo di rincorrere il rapinatore, e non avrebbe fatto un soldo di danno a nessuno. Cioè, qualche soldo sì, ma se lo sarebbe meritata, e il mondo sarebbe andato avanti lo stesso!”

La chiave del romanzo è l’ironia. L’autrice infatti crea situazioni esilaranti e spassose per suscitare la simpatia nei lettori. Da un punto di vista caratteriale, i personaggi incarnano alla perfezione le caratteristiche del ruolo che rivestono: Amanda acida, insopportabile con un doloroso passato alle spalle e con numerosi nemici intorno ed Anthony bambinone dal cuore tenero.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto e ampiamente dialogato che da vita a una divertente commedia natalizia.

Un posto di rilievo lo ricoprono gli equivoci dei quali il romanzo è ricco, situazioni che donano all’intreccio un piacevole “dinamismo comico”.

Ampio è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore il quale trascorre momenti di piacevole evasione aspettando sognando il lieto fine.

LINK ACQUISTO Una str¿ega sotto l’albero (Youfeel): Cosa succede se baci una Str&ega sotto il vischio?

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...