RECENSIONE DI… “ISOLDE NON C’E’ PIU'” DI BIANCA RITA CATALDI


Salve lettori, ormai le feste natalizie sono solo un ricordo. Per alleviarvi il trauma da rientro a scuola o a lavoro, vi regalo una recensione di un libro breve ma d’intensa lettura. Mi riferisco a “Isolde non c’è più” di Bianca Rita Cataldi (autopubblicato dall’autrice).

Golvan è un adolescente alla scoperta del mondo. Osserva la realtà che lo circonda con occhi critici, ponendosi domande di senso e cercando di trovare delle risposte che lo soddisfino. Golvan ha solo sedici anni e non sa cosa sia l’amore. Crede di essere innamorato da sempre di Gwen, ma ama trascorrere il suo tempo libero con Isolde una donna matura di sei anni più grande di lui. Il piccolo Golvan vede in lei una guida, una maestra di vita, colei che può destinarlo alla scoperta dei misteri dell’esistenza. La sua eroina, la sua bussola, il suo faro, ecco cos’è Isolde per lui. Sarà proprio grazie all’improvvisa sparizione della donna che Golvan diverrà uomo, scoprendo, finalmente, cosa significa la parola “amore.”

“La verità è che io sono sogno e il sogno è pigrizia. Non per niente si sogna dormendo.”

Il racconto lungo si snoda su due grandi binari sentimentali: da una parte c’è l’amicizia e dall’altro, l’amore. Amicizia e amore, due sentimenti così diversi l’uno dall’altro e generalmente in antitesi, sono qui presentati, invece, come complementari. Il rapporto tra Golvan e Isolde è, essenzialmente, un rapporto di grande amicizia dietro la quale si cela l’amore. Amore che non ha fretta di uscire allo scoperto, anzi, attende il momento giusto, l’attimo in cui i due protagonisti avranno lasciato alle spalle tutto ciò che amore non è.

L’opera si configura come racconto di formazione: sia Galvan sia Isolde crescono, arrivando a essere, nelle ultime pagine, completamente diversi da ciò che erano stati all’inizio. Crescono grazie alle esperienze di vita che compiono insieme, si sostengono a vicenda, divenendo l’uno la guida dell’altro.

Isolde, apparentemente, potrebbe sembrare il personaggio psicologicamente più forte della narrazione, ma basterà davvero poco al lettore per rendersi conto che non è affatto così. Isolde nasconde dietro il suo essere donna che fuma e si trucca tutta l’insicurezza e il dolore di una vita passata, un capitolo che non riesce ancora a chiudere definitivamente.

Galvan, “eroe” dell’opera, è capace di sorprendere positivamente il lettore. Appare sin da subito come un adolescente diverso dalla massa, non solo per il modo di pensare decisamente adulto che lo tende a sentirsi diverso dai coetanei, ma soprattutto per la reazione dinanzi all’imprevisto. Percepito il grido d’allarme da parte dell’amica di sempre, egli non esita a correre in suo aiuto.

L’autrice si serve di uno stile semplice e schietto ma, allo stesso tempo, di grande spessore. Ella non usa paroloni o frasi contorte, tuttavia, proprio nella semplicità, riesce magistralmente a rendere il modo d’agire dei personaggi. Attraverso la sua scrittura, si possono percepire tutte le emozioni e gli stati d’animo provati dai protagonisti.

Rendono particolare questo suo modo di narrare le numerose citazioni di opere letterarie (titoli, nomi degli autori, talora similitudini con personaggi), modo originale per fornire al lettore un esempio “concreto” che dimostra tutto  l’amore dell’autrice nei confronti dei libri.

Grande è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore il quale legge l’opera tutto d’un fiato, emozionandosi dinanzi al coraggio dei due amici.

LINK ACQUISTO Isolde non c’è più

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...