RECENSIONE DI… “LA MISURA DELLA FELICITA'” DI GABRIELLE ZEVIN


Salve lettori, in questa ventosa domenica invernale vi parlo di un romanzo che celebra l’amore per i libri. Mi riferisco a “La misura della felicità” di Gabrielle Zevin (Nord editore).

A. J. Fikry, uomo scontroso e irascibile, gestisce una libreria. Egli sta attraversando un delicato momento: la sua amata moglie Nic è morta lasciandolo in un profondo vuoto dal quale è difficile uscire. A. J. inizia a disprezzare il suo lavoro e a essere scortese con tutti, in primis con Amelia giunta da lui per proporgli alcuni testi editi dalla Casa Editrice presso la quale lavora. Una sera l’uomo nota una bambina che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia. Le si avvicina e legge un biglietto che la madre ha scritto per lui: la donna gli chiede di prendersi cura della piccola Maya e di trasmetterle l’amore per i libri. A.J.rimane spiazzato ma decide di adottare la piccola creatura dalla viva intelligenza. Man mano la vita del libraio, complice anche l’evolversi del rapporto con Amelia, migliora, la libreria torna a rifiorire e i libri a trasmettere le emozioni in essi racchiusi.

“Se si parla di politica, di Dio o dell’amore, la gente mente e lo fa pure in modo noioso. Tutto quello che ti serve sapere di una persona lo capisci dalla sua risposta alla domanda: «Qual è il tuo libro preferito?»

Dopo un inizio un po’ in sordina nella quale storie secondarie si sviluppano in parallelo con quella principale, il racconto delle gesta del coraggioso libraio entra nel vivo.

Coraggioso. È questo l’aggettivo attraverso il quale può essere definito il libraio A.J. Egli nonostante il dolore e la totale inesperienza, decide di tenere con sé la piccola Maya, di farla crescere tra i libri, di trasmetterle i valori dell’esistenza. Per lei diviene un punto di riferimento, la indirizza nelle scelte stupendosi ogni volta della sua immensa intelligenza. È un personaggio assolutamente ben riuscito quello di A.J. dalla psicologia ben definita e dalla mente costantemente legata al magico universo dei libri. Egli ama i libri. In essi si rifugia, da essi cerca risposte, per mezzo di essi esprime i suoi stati d’animo.

L’autrice riesce magistralmente a creare una trama originale, emozionante e “altamente empatica”. Si serve di uno stile semplice, scorrevole, molto riflessivo, ricco di citazioni di opere letterarie. I libri e la lettura vengono quasi antropomorfizzati così da divenire ulteriori protagonisti di questo romanzo.

Una storia di coraggio, un romanzo denso d’amore. Amore padre – figlia, amore di coppia e amore per il magico mondo dei libri.

LINK ACQUISTO La misura della felicità

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...