RECENSIONE DI… “LONDON IN LOVE” DI MELISSA MILLER


Salve lettori, oggi vi parlo di un romanzo very british ma che mi ha lasciata un po’ indifferente. Mi riferisco a “London in love” di Melissa Miller (Tre60 editore).

Lisa, trentenne un po’ impacciata, dopo aver rotto il fidanzamento con Luca, lascia il posto di lavoro a Milano, prende un aereo e ricomincia a Londra dove ben presto, grazie agli amici Paola e Palmer, trova lavoro presso God Save The Hells boutique di scarpe vintage a Notthing Hill. Michele, trentenne con la testa sulle spalle, broker di professione, a malincuore lascia Milano per raggiungere Londra dove si dedicherà al lavoro. I due giovani (grazie ad alcuni scherzi del destino) si trovano a condividere il medesimo volo e a rincontrarsi nella sfavillante capitale britannica, tuttavia la presenza di Marta fidanzata storica nonché promessa sposa di Michele rovina i sogni di gloria di Lisa. Sarà davvero così? Riusciranno i due a resistere alla forza magnetica dell’amore?

“Tu e il tuo plasticone rosa, i tuoi abbinamenti cromatici sbagliati, il tuo essere controcorrente siete entrati prepotentemente nel mio ieri che credevo fosse scritto o predestinato”

Ci troviamo di fronte a un topos delle commedie romantiche di tutti i tempi: lei e lui che s’incontrano in aereo, litigano e poi, casualmente, nonostante l’ampiezza della città, si ritrovano. Il tocco d’originalità dell’opera è la trovata del negozio di scarpe vintage e la riscrittura in chiave moderna della celebre favola di Cenerentola.

Il romanzo ha, però, alcuni punti deboli: in primis non viene delineato un sufficiente ritratto psicologico dei personaggi protagonisti. Cosa sappiamo di loro? Poco o nulla. Sappiamo che Lisa fugge a Londra per ritrovare se stessa; del suo ex fidanzato non si fa quasi mai accenno, nemmeno gli amici le fanno domande al riguardo quando il tempo passa e del giovane Luca non vi è nemmeno l’ombra. Di Michele, invece, sappiamo che è un perfettino solo in apparenza, ha un ambizioso sogno nel cassetto ormai chiuso a chiave da tempo ed è costretto a indossare una maschera che solo Lisa sarà in grado di togliere.

Lo stile è semplice, scorrevole, molto dialogato, mai noioso. Tuttavia gli eventi narrativi si susseguono troppo velocemente senza dare al lettore la possibilità di entrare pienamente in ciò che sta accadendo e i sentimenti dei personaggi sono vagamente accennati.

Il romanzo, capace di suscitare il riso nel lettore e anche qualche riflessione, si configura come una lettura leggera, poco impegnativa, dalla trama simpatica ma con un qualcosa che manca.

LINK ACQUISTO London in love

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...