RECENSIONE DI… “STREGATA DALL’AMORE” DI VALERIA ANGELA CONTI


Salve lettori, oggi da me è festa patronale e nel primo pomeriggio noi baresi abbiamo assistito allo spettacolo delle Frecce Tricolori sul lungomare. In questa giornata festiva vi parlo di un romanzo che, purtroppo, non mi ha colpito. Mi riferisco a “Stregata dall’amore” di Valeria Angela Conti (Booksalad editore).

Mandy, astrofisica di New Orleans, tradita dal fidanzato col quale conviveva, cerca disperatamente una nuova casa. Consultando gli annunci immobiliari, la sua attenzione viene attratta da un edificio grande con un basso costo di affitto. La giovane decide di concludere l’affare e di adottare un tenero gatto nero che ha trovato rifugio tra le pareti, tuttavia la casa rivela ben presto oscure presenze. Cosa sarà? La giovane dopo essersi rivolta a un prete, a una sensitiva e persino a un acchiappa fantasmi, scopre l’identità di quella oscura presenza. Si tratta di un ragazzo, un bellissimo ragazzo. Per Mandy è difficile accettare questa realtà, potrebbe essere suggestione, immaginazione, o persino l’effetto di una tempesta solare.

“Da quando mi sono trasferita in questa casa succedono cose strane. Il gatto che appare e scompare, la porta che non si apre, a volte lascio la cosa in un posto e la trovo in un altro… e poi… e poi mi sento costantemente osservata.”

Avendo letto e apprezzato gli altri romanzi di questa autrice, senza indugi ho acquistato “Stregata dall’amore”, ma la mia sorpresa è stata enorme quando mi sono trovata davanti a una storia che mi ricordava un celebre film con protagonista un fantasma.

Il romanzo ha una trama poco originale, se si esclude la parte relativa alla vita lavorativa della protagonista. L’atmosfera mistery è garantita ma non è sfruttata, poiché dopo poche pagine conosciamo la causa degli eventi paranormali.

L’opera si fonda sul continuo contrasto tra razionale (il mondo della scienza) e irrazionale (il paranormale), quindi come poi la protagonista riesca ad abbandonarsi a un amore “diverso”, resta un mistero. Ma si sa l’amore ha le sue logiche!

Le vicende sono narrate in terza persona e questo di per sé crea già una sorta di distacco al quale contribuisce il periodare costituito da frasi brevi e staccate.

La protagonista è la tipica eroina del chick lit: quasi trentenne, tradita dal fidanzato, desiderosa di crearsi una nuova vita e d’innamorarsi nuovamente.

Il protagonista maschile è un fantasma di un uomo vissuto nel lontano 1859, il quale s’innamora perdutamente della giovane astrofisica, provando per lei sentimenti tipicamente umani.

Particolarmente interessanti sono le descrizioni scientifiche del fenomeno delle tempeste solari che, pur nel loro tecnicismo, vengono trattate con semplicità senza mai annoiare il lettore.

L’autrice si serve di uno stile semplice, dialogato e diretto anche se non riesce a far sentire il lettore costantemente parte della vicenda, come accadeva nei precedenti romanzi.

Un romanzo breve che si legge in poche ore ma privo di brio.

LINK ACQUISTO Stregata dall’amore: Quali segreti nasconde la tua casa da sogno?

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...