RECENSIONE DI… “PUOI FIDARTI DI ME” DI LEISA RAYVEN


Salve lettori, oggi l’aria è decisamente più fresca a seguito del temporale di questo pomeriggio e cosa c’è di più rilassante che leggere con in sottofondo il rumore della pioggia? Ebbene, grazie al temporale ho terminato un’altra lettura! Questa sera vi parlo di un romanzo che mi ha decisamente rapita. Mi riferisco a “Puoi fidarti di me” di Leisa Rayven (atteso seguito del celebre “Bad Romeo” di cui potrete leggere la recensione QUI) edito da Fabbri Editori, che ringrazio per avermi inviato una copia ebook.

Puoi fidarti di me

Cassie ed Ethan si sono persi nuovamente a causa del carattere schivo e impenetrabile del giovane. Tuttavia Ethan non vuole rinunciare a quella donna della quale è innamorato da sempre ed è pronto a tornare da lei. È cambiato adesso e desidera dall’amata Cassie una nuova possibilità. Complice uno spettacolo che li vede insieme nel ruolo di protagonisti, i due avranno la possibilità di confrontarsi e di riflettere sul loro rapporto.

“Per quanto il nostro cuore possa essere forte, il guscio che lo difende è fragile come quello di un uovo. Per romperlo basta che una persona a cui ormai avevi rinunciato ti dichiari il proprio amore.”

La narrazione riprende da dove si era fermata al termine del primo volume (quel bussare alla porta che mi ha tenuta in apnea per diversi mesi) e il lettore viene immediatamente catapultato in medias res: Cassie ed Ethan sono l’uno di fronte all’altra, i loro sguardi si specchiano e le emozioni iniziano a sconvolgere i loro corpi.

In questo secondo capitolo ruoli di rilievo rivestono l’interiorità e la psicologia dei protagonisti. L’autrice, infatti, chiarisce le questioni rimaste in sospeso e da risposta ai tanti perché che affollavano le menti dei lettori al termine del primo volume. Ed è così che si spiegano determinati comportamenti e reazioni ed episodi appena accennati.

Come nel primo volume, la narrazione alterna il piano temporale del passato e del presente. Eventi che sembravano isolati,relegati a un periodo ormai terminato, rivivono nel presente. Emblemi simbolici di questo passato burrascoso sono i diari di Ethan che finalmente Cassie ha la possibilità di leggere.

I protagonisti appaiono profondamente mutati da un punto di vista psicologico: questa volta sarà Cassie a essere dubbiosa e a vacillare, mentre Ethan appare sicuro di sé, con le idee ben chiare e con obbiettivi già prefissati.

Cassie ha ancora aperte ferite profonde, è scossa da quanto è accaduto. tema che Ethan possa abbandonarla nuovamente e lotta costantemente tra cuore e mente, tra “l’odio et amo”.

Ethan, invece, è cresciuto. Ha imparato dai suoi errori e vorrebbe ripartire proprio da dove si era arreso. Se nel primo volume era stata Cassie ad aiutare Ethan, qui i ruoli si capovolgono: sarà il fragile Ethan ad aiutare l’altrettanto fragile Cassie.

L’autrice si serve di uno stile semplice, fluido, che ben esprime i momenti di tensione e di malinconia, di romanticismo e di passione.

Ampio è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale segue con vivo interesse le vicende: soffre con i protagonisti, sorride e s’immerge completamente nell’atmosfera teatrale, che, come era già avvenuto nel primo volume, fa da ottimo ed efficace collante all’intera narrazione.

Un romanzo ben scritto, a mio parere migliore del precedente, capace di presentare quel particolare senso di alchimia che s’instaura quando due persone sono destinate a stare insieme.

LINK ACQUISTO Puoi fidarti di me (Fabbri Life)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...