RECENSIONE DI… “SE NON FOSSI TU” DI JEMMA FORTE


Salve lettori, eccoci a luglio, il mese estivo per eccellenza. Siete pronti a tuffarvi in un mare di libri dal sapore estivo? Io ho già preparato la crema solare! Questa sera vi parlo di un romanzo che unisce leggerezza e riflessione. Mi riferisco a “Se non fossi tu” di Jemma Forte (Harlequin Mondadori editore). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

irfsxss

Jennifer Wright, moglie di Max Wright e madre di due bambine, vive un momento di profonda crisi coniugale. Il marito, infatti, sembra aver perso il desiderio nei suoi confronti e la giovane, umiliata e affranta, scappa di casa per trovare conforto tra le braccia della migliore amica Karen. Indossa solo la lingerie e un cappotto ed è talmente sconvolta, al punto da non notare il sopraggiungere di un’auto, che la investe. Jennifer entra in coma e durante questo periodo di “non vita” riceve un grandissimo dono: poter vedere come sarebbe stata la sua esistenza se fosse stata legata agli uomini amati prima di conoscere Max.

“Mentre le sue sinapsi si connettevano e si fondevano all’impazzata, tre tunnel di luce bianca le apparvero improvvisamente davanti. Uno a sinistra, uno dritto davanti a lei e uno sulla destra. Era quella la morte? L’istinto però le diceva che si trattava di qualcosa di diverso e d’un tratto capì, senza bisogno che nessuno glielo spiegasse, che quei tunnel non portavano all’aldilà, ma rappresentavano le diverse vite che avrebbe potuto vivere e che aveva mancato per un soffio.”

Il tema del coma è spesso protagonista di romanzi e film, tuttavia ciò che rende questo libro davvero originale è la possibilità per la protagonista di servirsi del coma stesso per rispondere alla grande domanda che, prima o poi, s’insinua nella mente di ogni persona: “Cosa sarebbe successo se?”

Jennifer è un personaggio davvero ben riuscito. L’autrice fornisce un ritratto a tutto tondo facendo così conoscere al lettore pregi e difetti, gioie e dolori. Se da un lato ella incarna perfettamente il topos della madre premurosa e affettuosa, sempre pronta a prendersi cura delle sue bambine, dall’altro appare come una moglie infelice. L’incomunicabilità opprime la sua esistenza. Il marito è poco presente, non la fa sentire importante, non la degna di attenzioni. La sua infelicità sfocia in tragedia e in continue domande.

Attraverso i viaggi mentali della protagonista, il lettore ha la possibilità di conoscere gli altri personaggi del romanzo, che seppur apparentemente secondari, rivestono un ruolo centrale. Ed ecco Aidan, aitante giovane conosciuto durante una vacanza con le amiche, un ragazzo caliente che le aveva offerto la possibilità di trasferirsi in Australia; poi vi è Tim, l’amore degli anni universitari, un nerd, inventore di un grande social network e divenuto uno degli uomini più ricchi del pianeta; Steve, idraulico mammone, dotato d’infinita dolcezza e infine Max, che l’aveva sedotta servendosi dell’ironia e della musica. Jennifer “vede” la sua vita con ognuno di questi uomini, rendendosi conto che non corrisponde al suo ideale di vita presente. Questo viaggio le permette di acquisire nuove consapevolezze e di maturare con serenità la sua decisione finale.

L’autrice, servendosi di una prosa semplice e lineare, si destreggia abilmente tra i numerosi piani temporali senza mai creare confusione o lasciare questioni in sospeso. Il lettore viene accompagnato riga dopo riga attraverso questo viaggio sensoriale del quale egli stesso si sente protagonista. Le vicende, infatti, pur essendo narrate in terza persona da un narratore onnisciente, riescono a catturare l’attenzione del lettore e a coinvolgerlo, tanto che questi inizia a far congetture e a patteggiare idealmente tra i vari contendenti.

Un romanzo vero che mette su carta problemi di quotidiana vita familiare. Una lettura piacevole, non banale né sdolcinata. Un’opera della quale sono protagoniste le grandi scelte di vita.

LINK ACQUISTO  Se non fossi tu…

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...