RECENSIONE DI… “LASCIATE OGNI SPERANZA, VOI CHE TAGGATE” DI ALESSANDRO LOCATELLI


Salve lettori e buona penultima domenica di agosto, che sembra preannunciare l’autunno non tanto per il clima (qui da me c’è un caldo piacevole) quanto per lo status divano – partita (parlo con voi, cari maschietti!). Questa sera vi presento un romanzo attualissimo e abbastanza divertente. Mi riferisco a “Lasciate ogni speranza, voi che taggate” di Alessandro Locatelli (Rizzoli editore).

Francesco è un ragazzo come tanti: frequenta la scuola, è innamorato di Martina, la quale, però, non lo considera e frequenta assiduamente i social network. Un giorno, all’uscita da scuola, perde il pullman ed è costretto a tornare a casa a piedi. Tuttavia accade qualcosa: Francesco si accorge di camminare nella nebbia, smarrendosi. Novello Dante Alighieri, Francesco compirà un viaggio particolare in compagnia di una guida d’eccezione. Viaggerà all’interno dell’inferno dei social network avendo come guida Mark Zuckerberg, il quale gli mostrerà le conseguenze di alcuni comportamenti sulle piattaforme social. Un viaggio complesso, al termine del quale Francesco non sarà più lo stesso.

“Ti porterò in un posto che nessun uomo ha mai visto prima, un luogo dove il dolore si mescola alle grida, dove la luce del sole è solo un tiepido ricordo ancorato alla tua mente, dove l’aria è rarefatta e malsana, e respirare diventa un’impresa degna dei più grandi eroi omerici. Dove nessun uomo vorrebbe mai trovarsi in vita sua e sarebbe disposto a tutto pur di poter evitare di passarci anche solo un istante.”

Il romanzo oggettivamente non brilla per l’originalità. L’autore infatti riprende l’inferno dantesco (legge del contrappasso inclusa) e lo rivisita in chiave moderna. In ogni girone ci saranno dei dannati, costretti a pagare il prezzo delle loro colpe: coloro che hanno cercato di apparire; chi ha scritto stati provocatori; chi ha criticato tutto e tutti e via dicendo…

Le vicende sono narrate dal punto di vista del giovane Francesco, il quale, stupito e spaventato, osserva con occhi spalancati tutto ciò che lo circonda. Davvero il mondo dei social network è un inferno?

Ai suoi dubbi risponde Mark, il quale non solo illustra al suo discepolo la “vita” del regno, ma presenta i social network sotto un’altra prospettiva. Se, infatti, da un lato si crea un mondo fatto di messaggi, dall’altro si ritrovano vecchie conoscenze o si conoscono persone che vivono geograficamente lontane, ciò che davvero è importante è l’uso che si fa dei mezzi.

L’autore si serve di un linguaggio ironico, semplice e diretto, capace di alternare leggerezza a riflessione e di far sentire il lettore abbastanza coinvolto nelle vicende.

I social network sono entrati prepotentemente nelle nostre vite, non riusciamo più a vivere disconessi. Abbiamo bisogno di condividere, taggare, postare selfie e commentare. Il web ha modificato profondamente le nostre esistenze fino a influenzare il nostro modo di essere. Scopo di questo libro è sicuramente quello di considerare i social network presentandoli in maniera oggettiva, come mezzi di comunicazione dei quali servirsi non per seguire una moda o per arrecare problemi al prossimo, ma per sentirsi sempre vicini.

Tutti nel mondo social sbagliamo. Francesco ha modo di guardare in faccia il proprio errore e di riflettere, così anche noi, relegati in chissà quale girone, possiamo evitare catastrofi.

Un romanzo leggero e di piacevole lettura, anche se privo di brio. Una lettura estiva e non solo.

LINK ACQUISTO Lasciate ogni speranza, voi che taggate

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...