RECENSIONE DI… “IL BIVIO” DI ARRIGO GEROLI


Salve lettori, in questi giorni prehalloween, come avrete certamente notato, ho deciso di leggere libri gialli e thriller per creare un po’ di atmosfera, anche se, sinceramente, io sono una fervida antihalloween. Questa mattina sono qui per parlarvi di un thriller psicologico. Mi riferisco a “Il bivio” di Arrigo Geroli (Lettereanimate editore). Ringrazio l’autore per avermi contattata e per avermi inviato una copia ebook.

segnalazione-il-bivio-di-arrigo-geroli-l-csupa9

Achille e Christian sono due uomini molto diversi tra loro. Il primo, un commesso insoddisfatto della vita e del rapporto con la moglie, frequenta un corso di sceneggiatura nel tentativo di evadere dalla realtà; il secondo, addolorato per la morte della moglie, vittima di un padre ossessivo, vive momenti difficili. Le loro strade sono destinate incredibilmente a incrociarsi dinanzi a un efferato delitto.

“In un certo senso, io e te non siamo poi così diversi: abbiamo distrutto l’esistenza all’amore della nostra vita, rifiutandoci di vedere come stavano realmente le cose.”

Sin dalle prime pagine è evidente che la componente psicologica sarà il punto focale di questo romanzo breve.

I due protagonisti, attorno ai quali ruoteranno un serie di personaggi secondari, sono dotati di psicologie alquanto complesse.

Achille, il quale suscita sin dal primo momento le simpatie del lettore, appare come un uomo normale, in crisi, certo, ma composto, anzi suscita quasi tenerezza il suo sentirsi messo nell’angolo, vittima di un tradimento coniugale. Tuttavia ben presto ci si renderà conto di trovarsi dinanzi a un ennesimo Dottor Jekyll e Mr. Hyde.

Christian, invece, appare come una personalità inquieta. Vaga alla ricerca di un sé che gli eventi della vita gli hanno fatto perdere, trasmettendo al lettore questo senso di assoluta precarietà.

Le vicende scorrono parallele sino alle ultime pagine quando un grande colpo di scena pone il lettore dinanzi alla perdita delle certezze, che, man mano, era andato acquistando.

L’autore si serve di uno stile semplice, composto da frasi brevi che richiamano il registro colloquiale. Nonostante la velocità degli eventi e la miriade di personaggi che incidono sulla trama stessa e che tendono, almeno inizialmente, a far perdere il lettore, questi riesce comunque a essere coinvolto nella vicenda e a seguire con vivo interesse le vicende di Achille e Christian.

Un romanzo breve e intenso. Una riflessione sulla precarietà dell’esistenza. Un invito a non lasciarsi ingannare dalle apparenze.

3stelle

LINK ACQUISTO Il Bivio

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...