RECENSIONE DI… “IL PRIMO AMORE SEI TU” DI STEPHANIE PERKINS


Salve lettori e serena domenica. Questa sera con ancora la mente a Parigi, sono qui per parlarvi di un romanzo dai toni delicati. Mi riferisco a “Il primo amore sei tu” secondo volume della trilogia “Anna and the French kiss” di Stephanie Perkins (DeAgostini editore).

Lola ama gli abiti eccentrici e le parrucche colorate, vive con due padri ed è fidanzata con Max, musicista, parecchio più grande di lei. Lola coltiva tre “desideri”: indossare un abito in stile Maria Antonietta in occasione del ballo scolastico; convincere i genitori ad accettare Max come membro della famiglia e non rivedere mai più Cricket Bell, la sua prima cotta. Il destino, però, ha in serbo ben altro e infatti un giorno la famiglia Bell torna a occupare la casa accanto a quella di Lola.

“È diventato impossibile negare che Cricket significa qualcosa per me. Non ho il coraggio di dare un nome a questo sentimento. Non ancora. Ma è lì.”

Dopo aver apprezzato “Il primo bacio a Parigi” (recensione QUI), non potevo non leggere il secondo volume della trilogia, romanzo che non ha deluso nemmeno per un momento le mie aspettative.

È impossibile non ricordare il proprio primo “amore” e in questo secondo capitolo sarà proprio il primo amore a essere il punto focale dell’intera narrazione.

Lola è una ragazza dolce e determinata. Studia, lavora part time in un cinema assieme ad Anna ed Etienne (i protagonisti de “Il primo bacio a Parigi”), si dedica con passione all’hobby della sartoria e cerca di essere una fidanzata adorabile, per quanto, ovviamente, possa esserlo una ragazzina. L’inaspettato ritorno di Cricket provoca scompiglio e rimette tutto in discussione. Lola vacilla, inizia a provare sentimenti nuovi e contrastanti e a perdere man mano tutte le sue certezze.

Max è troppo diverso da Lola e non esercita su di lei una buona influenza. È grande, ha numerose storie alle spalle, è incredibilmente geloso e possessivo.

Cricket, al contrario, è un principe azzurro quasi adulto. Attento, premuroso, dolce, non riesce a considerare Lola solo un’amica. Legati da un profondo sentimento sin da quando erano bambini, i due non possono stare lontani. Rivedere la sua Lola accanto a un altro ragazzo è per Cricket un dolore troppo grande, il segno tangibile di un tenero amore infantile cresciuto nel tempo.

L’autrice sceglie una prosa che ben si adatta al contesto e alla giovane età dei protagonisti. Il suo è uno stile semplice, diretto, fluido, molto dialogato, capace di rendere appieno pensieri e turbamenti.

Il lettore è ampiamente coinvolto nella vicenda. Sebbene il romanzo sembri essere adatto a un pubblico molto giovane, si rivela una piacevole lettura anche per quanti sono un po’ più grandi grazie alla tenerezza con la quale l’autrice dà vita alla narrazione.

Una lettura tenue e “pura”. Un romanzo che fa comparire un sorriso sulle labbra nel ripensare ai propri amori infantili e adolescenziali.

4stelle

 
LINK ACQUISTO Il primo amore sei tu

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...