RECENSIONE DI… “COCKTAIL DI CUORI” DI CHIARA SANTOIANNI


Salve lettori, eccoci giunti a metà settimana. Oggi, 25 novembre, ricorre la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, un crimine purtroppo ancora troppo diffuso. Questa mattina sono qui per parlarvi di un romanzo femminile “bugiardo”. Mi riferisco a “Cocktail di cuori” di Chiara Santoianni (Centoautori edizioni). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

cocktail-di-cuori-350x534

La giovane Penelope Pinto ha lasciato la sua Sorrento per trasferirsi a Londra così da studiare Medicina presso il prestigioso University college, ma le cose non vanno esattamente così. Penny trascorre le sue giornate scrivendo romanzi che spera di veder pubblicati; preparando cocktail in un locale notturno e partecipando a feste esclusive in compagnia della ricca e nobile coinquilina Olivia. Tutto precipita quando, con una telefonata, i suoi genitori e la sorella Carmela annunciano il loro arrivo per partecipare alla cerimonia di Laurea e per conoscere Angelo, l’aitante fidanzato (immaginario) della cara Penelope.

“«Sai che, quando piangi, sembri un’altra persona?» «Peccato che non succeda quasi mai» risposi. «E poi, dovesti sorridere più spesso. Ti ho visto sempre arrabbiata.» «Non succederebbe, se tu non mi facessi arrabbiare!» «Se è colpa mia, so come farmi perdonare.»”

Il romanzo affronta con leggerezza e ironia una problematica complessa: mentire, costruendo una vita a immagine e somiglianza dei desideri degli altri.

È proprio così che si comporta Penelope. Certo, lei non si dedica ad attività illegali o quant’altro, ma comunque mente. Mente perché la sua famiglia, tradizionale e fedele a determinati valori, non riuscirebbe a comprendere la logica del suo (folle) sogno. Penelope desidera ardentemente diventare una scrittrice di successo e pertanto il trasferimento a Londra potrebbe riservarle grandi possibilità. Come risolvere la situazione? Continuando a mentire. Ed ecco che la giovane assieme alle coinquiline mette in scena una grande commedia degli equivoci attraverso la quale si comprende che la grande determinazione che sembra caratterizzare la giovane non è altro che apparenza. Penelope è insicura, fragile, un po’ imbranata e soprattutto teme fortemente il giudizio dei suoi familiari. Costruirsi una vita che non esiste si rivela ben presto un ridicolo tentativo per fuggire dall’esistenza reale con le sue gioie e i suoi problemi.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto, fluido e ironico capace di coinvolgere pienamente il lettore e di provocargli una sorta di riso amaro.

Una lettura piacevolmente riflessiva. Un romanzo sull’importanza della verità. Una commedia sulle disavventure di una sognatrice.

3stelle

ACQUISTA Cocktail di cuori

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...