RECENSIONE DI… “LET IT SNOW. INNAMORARSI SOTTO LA NEVE” DI JOHN GREEN, MAUREEN JOHNSON, LAUREN MYRACLE


Salve lettori, eccoci giunti al weekend prenatalizio. Ultimi giorni per acquistare regali, per preparare dolci e per addobbare le nostre casette. Le letture a tema proseguono (fino al termine di dicembre) e questo venerdì mattina sono qui per parlarvi di una lettura che mi ha un po’ delusa. Mi riferisco a “Let it snow. Innamorarsi sotto la neve” di John Green, Maureen Johnson, Lauren Myracle (Rizzoli editore).

51pru8pto4l-_sx327_bo1204203200_

L’opera è composta da tre racconti legati tra loro. Nel primo Jubilee express frutto della penna di Mauren Johnson, protagonista è la giovane Jubilee i cui genitori sono stati arrestati proprio la vigilia di Natale. Costretta a recarsi dai nonni in Florida, Jubilee sale su un treno, ma una grande tempesta di neve costringe il mezzo a fermarsi. Jubilee assieme a un aitante ragazzo, il quale successivamente la ospiterà a casa sua, e a un gruppo di cheerleader trova rifugio in una waffle house. Nel secondo racconto dal titolo Un cheertastico miracolo di Natale scritto da John Green, Tobin, JP e il Duca (che in realtà è una ragazza) stanno trascorrendo la serata guardando film di James Bond quando Keun, amico di JP, li costringe ad affrontare la tempesta di neve per recarsi alla waffle house, letteralmente presa d’assalto da un gruppo di cheerleader. Il terzo Il santo patrono dei maiali del quale è autrice Lauren Myracle, narra le peripezie di Addie, giovane cheerleader e commessa presso Starbucks alle prese con una difficile missione: dimenticare Jeb, il suo ex.

“La Vigilia è uno di quei giorni senza fine, in cui non si ha nulla da fare se non star lì ad aspettare…”

L’antologia, di spiccato genere Young Adult, narra attraverso la penna di tre autori maestri del genere le avventure di una serie di personaggi durante le festività natalizie.

Ogni racconto è incentrato su una coppia di personaggi principali e su altri personaggi secondari, i quali avranno un ruolo più o meno determinate nel racconto successivo.

I personaggi non sono descritti nei minimi dettagli, ma direttamente inseriti nel tessuto narrativo. Dalle loro azioni e reazioni si comprende chiaramente l’indole ed ecco che Jubilee appare come una ragazza determinata e coraggiosa, al contrario di Addie, la quale dà l’impressione di essere piagnucolosa e concentrata solo su stessa. I personaggi maschili sembrano incarnare topoi letterari: il giovane bello con famiglia calorosa al seguito; il ragazzo trascinato dagli amici in avventure anche pericolose; il fidanzato pentito.

Grande elemento di originalità di quest’opera antologica è la sua continuità non solo dal punto di vista narrativo – strutturale ma anche stilistico. Pur essendo tre autori con tre penne diverse l’una dall’altra cercano di creare un unico stile fatto di semplicità e immediatezza.

Nota dolente di questa opera è lo scarso coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale tende a isolarsi, a guardare le vicende dal buco della serratura e non percepire l’atmosfera natalizia. Non vi sono, infatti, elementi propri del Natale quali addobbi, regali, senso di calore, l’unico aspetto prettamente invernale è la straordinaria tempesta di neve, un evento che non accadeva da ben cinquant’anni.

Una raccolta che regala qualche ora di relax, anche se non è propriamente una lettura natalizia nel senso più folcloristico del termine.

2stelle

LINK ACQUISTO Let it snow: Innamorarsi sotto la neve

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...