RECENSIONE DI… “NEI TUOI SOGNI” DI KRISTAN HIGGINS


Salve lettori, gli addobbi natalizi giacciono negli scatoloni impilati in soffitta e questo lunedì nuvoloso ha un sapore amaro, non trovate? Questa mattina ho deciso di regalarvi un sorriso attraverso la recensione di un romanzo che ho apprezzato dalla prima all’ultima pagina. Mi riferisco a “Nei tuoi sogni” di Kristan Higgins, quarto volume della serie Blue Heron (Harlequin Mondadori editore oggi Harper Collins Italia). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

nei-tuoi-sogni_hm_cover_big

Jack Holland, enologo nell’impresa di famiglia, è quello che a Blue Heron tutti definiscono “un bravo ragazzo”. Jack, infatti, ha eroicamente salvato quattro ragazzi da un disastroso incidente d’auto anche se uno di questi è ancora tra la vita e la morte. Emmeline Neal, neopoliziotta, ha il cuore a pezzi. Dopo aver amato per anni, sin da quando frequentavano le scuole medie, l’ex obeso Kevin è nuovamente sola. La situazione precipita quando Em viene invitata alle nozze del suo ex fidanzato, ora magro e attraente grazie all’opera di Naomi, sua personal trainer nonché futura moglie. Em inizia a riflettere. Non sarebbe opportuno mostrarsi debole e sola, motivo per il quale le servirebbe un accompagnatore. Sarà proprio Jack Holland, oppresso dal ritorno in città della sua ex moglie, a venirne in aiuto. Un weekend a Maliblu non può che far bene a entrambi, tuttavia i due non hanno previsto gli effetti devastanti della reciproca vicinanza. Jack ed Emmeline potrebbero scoprire di essere fatti l’uno per l’altra.

“Quando un dio greco si offre di accompagnarti a un matrimonio, un matrimonio in cui vuoi disperatamente attirare l’attenzione dello sposo, non dici di no.”

Ciò che colpisce immediatamente di questo romanzo è la copresenza di situazioni “leggere” e di momenti psicologicamente complessi. Elementi, questi, che si ritrovano nella caratterizzazione dei personaggi.

Jack, bello, intelligente, cavaliere senza macchia, quasi un uomo d’altri tempi, vive una profonda crisi esistenziale che lo porta a essere spesso vittima di attacchi di panico. Tutti lo considerano un eroe, ma lui eroe non è, come egli stesso ribadisce più volte. Un eroe avrebbe salvato tutti i ragazzi, un vero eroe avrebbe superato agilmente gli ostacoli, un eroe avrebbe dovuto soccorrere prima il ragazzo più debole e, soprattutto, un eroe non sarebbe stato costretto a veder morire un diciottenne giorno dopo giorno. Jack non riesce ad accettare la realtà. Si sente colpevole di una fatalità che gl’impedisce di vivere bene. A questo dramma psicologico si aggiunge la presenza oppressiva della sua ex moglie, da lui sposata in gioventù. Un matrimonio di breve durata, il loro, finito a causa di un tradimento. La donna vuole a tutti i costi riconquistare l’ex marito e questo evento non fa altro che aumentare la pressione psicologica al quale il povero Jack è sottoposto.

Emmeline, apparentemente determinata e sicura di sé in ambito lavorativo, ha avuto un’adolescenza difficile alla quale è riuscita a sopravvivere grazie all’amore di Kevin, l’uomo che le ha voltato le spalle. Sola, con una famiglia dominata dalla freddezza alle spalle e con una sorella il cui alto quoziente intellettivo è spesso causa di pungenti paragoni, Emmeline non vuole più innamorarsi. Ha trovato un nuovo equilibrio nel lavoro e farà di tutto per mantenerlo.

Il rapporto tra Jack ed Em è assai complesso, fatto continuamente di alti e bassi. Legati da una profonda attrazione, i due devono affrontare ostacoli ed equivoci. Non mancano le incomprensioni e i momenti nei quali tutto improvvisamente precipita. Lontani eppur vicini, Jack ed Em col tempo capiranno di essere una cosa sola, anche se l’orgoglio è il nemico più difficile da affrontare.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto e fluido capace d’inserire nella leggerezza della commedia romantica situazioni, talora dolorose, tipiche dei romanzi “impegnati”.

Ampio è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale riesce a sentirsi parte della vicenda senza mai annoiarsi (personalmente avrei preferito che l’autrice fosse un po’ meno frettolosa nel finale).

Un romanzo di piacevole lettura. Un’opera divertente e riflessiva al tempo stesso.

3emezzo

LINK ACQUISTO Nei tuoi sogni

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...