RECENSIONE DI… “LIBRERIE – UNA STORIA DI COMMERCIO&PASSIONI” DIJORGE CARRIÒN


Salve lettori e buona domenica. Quest’oggi è ufficialmente iniziato il Carnevale quindi salutiamo i vari pandori e panettoni e diamo il benvenuto alle chiacchiere. Questa sera sono qui per parlarvi di un saggio dalla tematica molto particolare, a me molto cara. Mi riferisco a “Librerie. Storie di commercio&passioni” di Jorge Carriòn (Garzanti editore).

foto-testo

Le librerie non sono solo semplici negozi ma mondi da scoprire. Ogni libreria racchiude tra le sue pareti una storia fatta di eventi e di personaggi. Jorge Carrion in queste pagine racchiude le sue memorie di viaggio attraverso questi luoghi magici di cultura e perdizione. Librerie lontane e vicine; famose e meno famose, teatri di Storia.

“La storia delle librerie è profondamente diversa da quella delle biblioteche. Prive del sostegno delle istituzioni, le prime mancano di continuità: in quanto risposte a problemi pubblici sorte da iniziative private, sono libere. Nondimeno, per la medesima ragione, esse non vengono studiate. Spesso non compaiono nemmeno nelle guide turistiche né divengono oggetto di tesi di dottorato finché il tempo non ha la meglio su di loro trasformandole in miti.”

Da assidua frequentatrice di librerie quale sono, non potevo non acquistare questo saggio che sembrava chiamarmi dagli scaffali.

Già guardando la copertina, il lettore ha modo di entrare nell’opera della quale protagoniste saranno, appunto, le librerie sparse intorno al mondo.

L’autore, amante dei libri e dei viaggi, unisce le sue due grandi passioni. Il risultato è una raccolta d’informazioni accurata e precisa.

L’autore viaggia in lungo in largo: dall’Italia a Buenos Aires, da Cuba a Barcellona, dagli Stati Uniti in Australia. Ciascuna libreria (come non citare la famosissima Shakspeare and Company?) è presentata a trecentosessanta gradi. Il ritratto tiene conto del contesto storico mondiale e locale, della situazione politica del territorio, della vita sociale.  Numerosi sono gli spunti extratestuali (ricordi di esperienze personali, citazioni tratte da opere di scrittori famosi, richiami a opere cinematografiche) che ben s’inseriscono nella narrazione.

Il materiale del quale l’opera è intrisa è vario e sconfinato (come d’altronde ampissimo è l’apparato bibliografico posto al termine del volume), elemento, questo, che rende il testo un saggio incisivo per quanti vogliono apprendere notizie e aneddoti su librerie delle quali un giorno potrebbero varcarne la soglia.

L’autore sceglie una prosa scorrevole e piuttosto semplice così da rendere l’opera adatta a un pubblico eterogeneo. Il lettore non riesce a rimanere indifferente dinanzi a cotanta bellezza, anzi prova quasi invidia nei confronti dell’autore che ha avuto la possibilità di visitare questi luoghi perfetti.

Un saggio interessante e stimolante. Un’opera dedicata a quanti amano leggere. Una lettura che fa venir voglia di preparare immediatamente le valigie.

4stelle

LINK ACQUISTO Librerie: Una storia di commercio e passioni

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...