RECENSIONE DI… “JANE AUSTEN BOOK CLUB” DI KAREN JOY FOWLER


Salve lettori, eccoci giunti a metà di questa prima settimana di febbraio. Dopo una passeggiata in centro e qualche piccolo acquisto, sono qui con voi per parlarvi di un romanzo carino e originale. Mi riferisco a “Jane Austen book club” di Karen Joy Fowler (Neri Pozza editore).

fowler-jane-austen-book-club1

Jocelyn ha cinquant’anni e non si è mai sposata. Adora essere fautrice della felicità del prossimo e coltiva un’immensa passione per i romanzi di Jane Austen. In virtù di tale passione, la donna fonda un club del libro, dove i partecipanti – Sylvia, l’amica di una vita; la giovane Allegra; l’eccentrica Bernardette; l’algida Prue e l’interessante Grigg – hanno la possibilità, partendo dalla lettura dei testi austeniani, di confrontarsi sull’esistenza.

“La cosa fantastica dei libri è la solidità della parola scritta. Una persona può cambiare e quindi può cambiare anche il suo modo di leggere, ma il libro resta ciò che è sempre stato. Un buon libro sorprende la prima volta, la seconda un po’ meno.”

Sono due gli elementi di questo romanzo che hanno immediatamente attirato la mia attenzione: in primis il titolo in quanto, come sicuramente sapete, adoro Jane Austen e in secondo luogo l’dea del club del libro, una trovata, a mio parere, assolutamente geniale.

Il romanzo, suddiviso in sei capitoli tanti quanti sono i protagonisti e le opere principali della Austen, si snoda attraverso le riunioni del club del libro. Durante ciascun incontro viene affrontata la lettura di un testo al quale si affianca la presentazione di uno dei membri del club.

Karen Joy Fowler fornisce un ampio ritratto dei protagonisti così da permettere al lettore di conoscere la psiche di ciascuno.

Jocelyn, organizzatrice impeccabile, amante dei lieti fine, vorrebbe avere le redini del mondo intero. Razionale e determinata, non vorrebbe arrendersi all’amore, poiché esso è incertezza e imprevedibilità.

Sylvia, sua amica sin dall’infanzia, vive una profonda crisi dopo che il marito Daniel le ha preferito una donna più giovane.

Allegra, figlia di Sylvia, vive una complessa situazione sessuale in quanto ha amato una donna. Impulsiva e tenace, ritratto della giovinezza, è senza dubbio uno dei personaggi più interessanti dell’intera opera.

Bernardette, donna moderna, paladina di una concezione dell’amore meno austeniana ha alle spalle numerosi matrimoni e altrettanti divorzi.

Prue, professoressa severa tra le mura scolastiche e donna fredda e insicura tra quelle domestiche, è una creatura sola, toccata profondamente dalla morte della madre.

Grigg, uomo sensibile, vissuto da sempre in ambienti femminili, è un personaggio molto interessante. Appassionato di fantascienza, non disdegna la Austen e le amiche del club del libro.

Personaggi diversi, dunque. Psiche e modi di approcciarsi alla vita diversi. Personaggi tutti ben caratterizzati tanto da rappresentare tipi letterari.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto e scorrevole capace di coinvolgere il lettore facendolo sentire parte delle tribolazioni dei protagonisti.

Un romanzo che unisce modernità a tradizione. Un tributo alle opere della grande Jane Austen. Una grande storia di libri e amicizia.

3emezzo

LINK ACQUISTO Jane Austen book club

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...