RECENSIONE DI… “MANCHESTER’S AFFAIRS – DESTINI INCROCIATI” DI BARBARA ELEONORA BOGONI


Salve lettori, buona domenica. Oggi qui da me piove a dirotto tanto che sembra una di quelle giornate che preannunciano le feste natalizie. Per rallegravi la giornata vi regalo una nuova recensione di un romanzo intenso e adrenalinico. Mi riferisco a “Manchester’s affairs – Destini incrociati” di Barbara Eleonora Bogoni, autopubblicato dall’autrice che ringrazio per avermi inviato una copia ebook.

cover

Emily è una giovane ispettrice di polizia che crede fortemente nella sua missione. Dopo il pensionamento del suo partner, la giovane spera che a prendere il suo posto sia Richard Finch, suo amico da sempre. Ciò, però, non avviene. Da Liverpool giunge David Ingram, un poliziotto dandy, col quale Emily non riesce ad andare d’accordo. Lo scoppio di un ordigno in un bar in centro sconvolge gli equilibri del dipartimento e dell’intera città. Si è trattato di un attentato terroristico? È la domanda che si pongono tutti. Il caso si complica ulteriormente quando un secondo ordigno esplode appena fuori città. Mentre l’opinione pubblica preme sempre più, Emily e David subiscono tensioni e attacchi fino all’incredibile  rivelazione finale.

“La ragazza si ritrovò a chiedersi quante cose ancora non sapesse di lui e quante ancora ne avrebbe potute scoprire. Pian piano e con molta pazienza, si stava abituando alla sua presenza. Chissà se un giorno si sarebbe veramente ritrovata a pensare di essere felice di averlo accanto? Scosse la testa e, distrattamente, cominciò a giocherellare con le mani. L’eventualità di farsi piacere David Ingram pareva totalmente improbabile.”

Nonostante la sua mole (ben 610 pagine!), l’opera ha un ritmo narrativo serrato, ricco di suspence, che rende la lettura piacevolmente intensa. “Manchester’s affairs” è un thriller dall’impronta americana, dove azione, descrizioni e psicologia si mescolano dando vita a un intreccio accattivante.

Ben delineati sono i due agenti protagonisti del romanzo. L’autrice ne descrive accuratamente fattezze fisiche e personalità dando al lettore la possibilità di vederli alle prese con le indagini come se si trattasse di un telefilm.

Emily e David hanno due personalità in antitesi.

La donna è una poliziotta vecchio stile. Determinata e coraggiosa, crede nei suoi ideali e in una giustizia imparziale capace di condannare i cattivi ed elevare i buoni. Come se fosse un’eroina d’altri tempi, Emily si batte affinché la trasparenza sia alla base del suo lavoro. Sola, dedica tutte le sue energie al lavoro e, appunto per questo, si lascia coinvolgere totalmente dal caso del “bombarolo di Manchester’s”. Per Emily ciò che conta davvero nella vita è la generosità, l’altruismo, l’amicizia e proprio in nome di quest’ultima è capace di chiudere gli occhi, negando persino l’evidenza.

David, dal look perfettamente curato, simile a quello di un intellettuale, è un personaggio verso il quale il lettore, proprio come Emily, (almeno per un primo momento) non può non provare profonda antipatia. Scontroso, burbero, di poche parole, sempre pronto a criticare l’operato della sua collega, è l’individuo che nessuno vorrebbe come proprio partner durante un’indagine estremamente complessa. Freddo, cinico, asociale, egli dimostra di possedere una grande razionalità oltre che un senso della giustizia decisamente più conforme agli standard del momento. David è, però, l’uomo dalle mille sorprese. Proprio quando il lettore l’ha inserito in cima “alla lista nera delle preferenze”, egli è pronto a sorprendere positivamente, riscattandosi e rivelandosi così un personaggio molto interessante.

L’autrice sceglie uno stile semplice, curato e fluido. Inoltre ella dimostra di conoscere la vita all’interno di un dipartimento di polizia estero e inserisce al momento opportuno tecnicismi che rendono la narrazione reale.  Momenti di tensione alternati a istanti di dialoghi e di vita fuori dalle rigide mura delle istituzioni permettono di conoscere appieno i protagonisti e di rendere il romanzo un thriller completo.

Ampissimo è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale si pone domande, fa congetture, provando, a suo modo, a risolvere il giallo. Dinanzi all’adrenalinico finale egli non può che alzare le mani in segno di resa: non avrebbe mai potuto immaginare quale volto si cela dietro il misterioso bombarolo. Proprio quando egli è convinto di aver fatto ordine nella vicenda, un epilogo lasciato in sospeso (forse per un eventuale seguito?) gli farà nuovamente sorgere nuove domande.

Una lettura interessante e appassionante. Un romanzo capace di tenere costantemente col fiato sospeso.

4stelle

LINK ACQUISTO Manchester’s affairs- Destini Incrociati

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...