RECENSIONE DI… THE (IM)PERFECT MAN DI FLORA A. GALLERT


Salve lettori, eccoci giunti a un nuovo lunedì, il primo del mese di maggio. Per rallegravi, ho deciso di parlarvi di un romanzo frizzante e divertente che ho divorato ieri pomeriggio. Mi riferisco a “The (im)perfect man” di Flora A. Gallert (autopubblicato dall’autrice che ringrazio per avermi inviato una copia ebook).

51xwcmmfpdl-_sx362_bo1204203200_

Giulia lavora come tirocinante presso un’agenzia di viaggi. Vive con suo fratello, non si è mai realmente innamorata, non è molto brava in geografia e coltiva un grandissimo sogno: visitare New York. Inaspettatamente, l’agenzia offre un viaggio premio ai suoi dipendenti proprio nella grande mela! Giulia è elettrizzata ma resta perplessa quando scopre che dovrà partire assieme a Loris, l’antipatico capo. Vacanza da incubo o grande sorpresa?

“Per me New York non è una città, è una cura che mi permette di vedere tutto dal lato positivo.”

Andare a visitare New York è uno dei miei grandi sogni quindi non potevo non leggere questo breve romanzo rosa dalle tinte ironiche.

Giulia è una ragazza comune, che come tante sue coetanee è alle prese con i “tirocini formativi”. Ragazza semplice, tranquilla, apparentemente fragile ma in realtà tenace e determinata, crede ancora nell’amore e nei sogni. Andare a New York per lei rappresenta conoscere un mondo tanto diverso dal proprio, più libero, perfetto quasi anche se lì sarà  costretta a sopportare le cattiverie di zia e cugina… Impacciata in alcuni momenti, Giulia rappresenta a tutti gli effetti l’eroina moderna.

Loris, burbero, sempre sulle sue, amante delle donne sembra rappresentare tutto quello dal quale Giulia rifugge. In realtà basta davvero poco per comprendere che l’uomo indossa una maschera destinata a cadere molto presto, rivelando il vero volto di uomo bisognoso d’affetto.

Nonostante la brevità della narrazione, l’autrice cura la narrazione nei dettagli. La vicenda è narrata in prevalenza dal punto di vista femminile, mentre nei momenti cruciali della narrazione a quella di Giulia si unisce la voce di Loris, che racconta i suoi tormenti.

La prosa è semplice, fluida, molto dialogata e tremendamente ironica, capace di coinvolgere pienamente il lettore accompagnandolo tra le strade della metropoli.

Una lettura divertente e romantica, ideale per trascorrere momenti di leggerezza.

4stelle

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...