RECENSIONE DI… “IL SOGNO CHE HO DI TE” DI EMANUELA APRILE


Salve lettori, un’altra settimana è volata ed eccoci già a venerdì. Mentre a Torino si sta svolgendo il Salone Internazionale del Libro, io sono a casa a farmi del male guardando le foto sui social network. Non potevo, però, abbandonarvi e così oggi sono qui per parlarvi di un libro d’esordio molto interessante. Mi riferisco a “Il sogno che ho di te” di Emanuela Aprile (autopubblicato dall’autrice).

12825359_10153971442274304_1049742912_n

Eleonora, giovane psicologa, lascia Genova per trasferirsi in Puglia, a Monopoli dove si occuperà di una casa famiglia. La sua è una vera e propria fuga da un passato doloroso e opprimente, una ferita destinata a non rimarginarsi mai. Alessio fa parte del Corpo della Capitaneria di Porto. Ha fama di latin lover e la sua è una famiglia solare e accogliente. Caso vuole che i due s’incontrino e che nasca una travolgente passione. Tutto però si complica  con l’arrivo di Enrico, marito di Eleonora.

“Ora sei qui con me e non voglio che tu te ne vada. Non ho pretese, voglio semplicemente addormentarmi abbracciata a te, poggiare il mio viso sul tuo petto e sentire il tuo cuore battere. Voglio risvegliarmi al tuo fianco e respirare il tuo profumo. Voglio avere la certezza che tu ci sia anche domani.”

Questo romanzo sviluppa numerose tematiche dalla grande importanza sociale tra le quali spiccano  il ruolo della famiglia, l’affido dei minori e la maternità.

L’autrice cura nei dettagli la caratterizzazione dei personaggi presentandoli attraverso un ritratto a tutto tondo.

Eleonora è una donna fragile, costretta a ricominciare dopo un’esperienza traumatica. Ha paura dell’amore, del contatto con l’altro e si rifugia in un paesino lontanissimo da Genova per scappare da quella che era la sua vita, sperando di trovare nuovi equilibri. L’incontro con Alessio è l’imprevisto per eccellenza, destinato a sconvolgerla. È una donna che soffre, Eleonora, eppure nonostante la sofferenza, è pronta a stringere i denti e a combattere per ciò in cui crede.

Alessio se da un lato sembra incarnare il topos del giovane bello e latin lover, dall’altro sorprende positivamente il lettore. Dotato di grande umanità e di buon cuore, ama follemente la sua Eleonora, provando anche immenso dolore dinanzi ad alcuni atteggiamenti strani della donna.

La prosa è semplice, fluida, dialogata. L’autrice alterna, all’interno dei vari capitoli, i punti di vista non solo dei due protagonisti ma anche di personaggi, in apparenza secondari, capaci di imprimere un’impronta significativa allo sviluppo narrativo.

Ampio è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale segue le vicende con interesse e partecipazione, vivendo i turbamenti dei personaggi e provando dolcezza dinanzi al perfetto finale.

Un romanzo intrigante e decisamente non banale. Una lettura piacevole e riflessiva.

5stelle

ACQUISTA Il sogno che ho di te (Sergent Series Vol. 1)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...