RECENSIONE DI… “VERONICA – SOLO L’AMORE NON BASTA” DI ANTONELLA PALERMO


Salve lettori, buona domenica. Eccoci già a metà maggio anche se qui da me è una giornata uggiosa dal sapore autunnale. Quest’oggi sono qui per parlarvi di un libro incentrato sulla tematica del femminicidio. Mi riferisco a “Veronica – solo l’amore non basta” di Antonella Palermo (edizioni Centoautori). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

6747195_1304311

Veronica vive a Mondragone, appartiene a una famiglia normale, ha una sorella e una migliore amica. Si reca spesso a Napoli dove frequenta l’università e i colleghi ed è fidanzata con Ludovico sin da quando era ragazzina. Il rapporto tra i due, però, attraversa una profonda crisi: il giovane, impegnato in un corso per diventare poliziotto, vorrebbe che la sua donna non frequentasse nessuno, che l’attenda a casa e quando Veronica decide di troncare la relazione, Ludovico rivela il suo vero volto.

“In una storia d’amore c’è sempre un momento, tra tanti, in cui l’interruttore si spegne. Può succedere di riconoscerlo subito, o può succedere che lo si riconosce giorni o settimane dopo. A volte anche anni dopo. Ma resta quello, indelebile, chiaro, determinante, il momento in cui una storia incontra il buio.”

Il femmincidio è una vera e propria piaga del nostro tempo. Quest’opera s’incentra sulla tematica del troppo amore, dell’amore assoluto che si evolve in malessere fino a sfociare in crimine.

Veronica è una ragazza come tante. Studia, coltiva sogni, ama la sua famiglia e apprezza la compagnia degli amici. Innamorata dell’amore, si affida totalmente a Ludovico, arrivando al punto di giustificare tutti i suoi errori e mancanze. La dolce e fragile Veronica, stanca di piangere e soffrire decide di dare una svolta alla sua vita, senza sapere, però, che questa sua decisione avrà un caro prezzo.

Ludovico, fondamentalmente insicuro, vede in Veronica il suo tutto. Sua e di nessun’altro. Irrimediabilmente sua. Ludovico mente, opprime psicologicamente la giovane fino a farle provare sensi di colpa.

L’autrice si serve di un linguaggio semplice, fluido, diretto e dialogato dando grande spazio all’aspetto psicologico della vicenda.

Il lettore segue le vicende sentendo su di sé il loro peso. Delusioni, amarezze, dolori, messe su carte con la consapevolezza che non si tratta di finzione narrativa, ma di tristemente vera realtà.

Un’opera che, nella brevità, trova il suo punto di forza. Un concentrato di sentimenti. Un pugno nello stomaco. Un unico grido: “Perché?”

ACQUISTA Veronica. Solo l’amore non basta

5stelle

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...