RECENSIONE DI… “UNA SFIDA COME TE” DI KATIE Mc GARRY


Salve lettori, buon sabato. Con ancora i postumi della pioggia torrenziale di ieri pomeriggio, questa mattina sono qui per parlarvi di una storia di adolescenti problematici. Mi riferisco a “Una sfida come te” di Katie Mc Garrie (DeAgostini editore).

una-sfida-come-te-le-tazzine-di-yoko

Isaiah, ragazzo difficile tutto piercing e tatuaggi, ama il brivido della velocità. Rachel, fanciulla di buona famiglia, costretta a convivere con i continui attacchi di panico e con l’ombra della sorella morta in giovane età, coltiva un amore smisurato per le auto sportive. Il destino li farà incontrare durante una corsa clandestina e da quel momento diverranno inseparabili. Tra guai, problemi e romanticismo, Isaiah e Rachel dovranno dimostrare di essere più forti delle circostanze che sembrano voler ostacolare il loro amore.

“«Dammi qualcosa, Rachel.» Una parola. Uno sguardo. Qualcosa. Qualsiasi cosa.”

Il romanzo sviluppa tematiche di grande spessore: i contrasti sociali, la malattia, la morte, i problemi psicologici e la complicata esistenza dei ragazzi “difficili”.

Rachel, in apparenza, sembra essere una privilegiata: vive in una grande casa, frequenta una scuola privata, possiede una bella macchina e la sua è una famiglia numerosa. La giovane, però, avverte costantemente il disagio di essere una sostituta, nata per il vuoto lasciato da Colleen, la figlia perfetta, morta a causa della leucemia. È Rachel, che occupa la stanza di fronte a quella della sorella mai conosciuta, a dover assecondare la madre, a tenere discorsi dinanzi ai soci dell’associazione contro le leucemie, a essere quella che non è. La sua insicurezza sfocia in un disagio psicologico e in un panico al quale spesso è costretta ad arrendersi. Fragile ma allo stesso tempo determinata, Rachel è capace di tirare fuori le unghie lottando per l’unica persona con la quale è realmente se stessa.

Isaiah è il bad boy per eccellenza. Dall’aspetto di strada e dalla vita caotica e incerta, non credeva possibile di potersi innamorare realmente. Unito a Rachel da un debito, Isaiah comprende sin dal primo istante che quell’angelo biondo potrebbe essere la sua salvezza. Isaiah svela un inedito lato di sé fatto di una dolcezza tale da essere in netto contrasto col suo stile da duro. Proprio come Rachel, anche lui è pronto a lottare per il loro amore, senza temere le conseguenze dei suoi comportamenti.

L’autrice narra le vicende attraverso l’alternanza dei punti di vista dei due protagonisti così da fornire al lettore un quadro completo dell’intreccio narrativo.

Lo stile è semplice, fluido, diretto, capace di catturare subito l’attenzione del lettore, il quale avverte su di sé i turbamenti dei personaggi. In alcuni passaggi, però, le numerose tematiche appaiono poco sviluppate, soprattutto nel finale quando si assiste a una brusca accelerazione degli eventi.

Nonostante questa piccola nota narrativa, l’opera resta uno Young Adult di grande impatto psicologico.

3emezzo

ACQUISTA  Una sfida come te (Pushing the limits)

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

2 pensieri su “RECENSIONE DI… “UNA SFIDA COME TE” DI KATIE Mc GARRY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...