RECENSIONE DI… “UNA SERATA CON MARILYN MONROE” DI LUCY HOLLIDAY


Salve lettori, buona domenica. Oggi qui da me c’è stato un bel temporale ed io ho approfittato del maltempo per terminare la divertente lettura della quale vi parlerò. Mi riferisco a “Una serata con Marilyn Monroe” di Lucy Holliday (Harper Collins Italia). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

Una-serata-con-Marilyn-Monroe_hm_cover_big

Dopo una disastrosa esperienza a Miami, Libby Lomax, disegnatrice di gioielli dal discreto successo, ha una nuova relazione con uomo, Adam, decisamente ambiguo. Quando anche questo rapporto si rivela l’ennesima delusione, ecco comparire sul divano “magico” un’altra diva del passato: Marilyn Monroe, pronta a dare consigli in fatto di look e soprattutto d’amore.

“«Tu… tu sei Marilyn» balbetto mentre sbatto le palpebre e prendo atto della scena che ho davanti agli occhi. I capelli arruffati; gli occhi assonnati; la bocca carnosa, su cui brilla la tonalità perfetta di rossetto vermiglio. «Marilyn Monroe.»”

Dopo aver apprezzato il primo volume di questa originale trilogia (recensione QUI), non potevo non continuare a tuffarmi nella vita di Libby e nei suoi problemi di cuore.

In questo secondo capitolo, la protagonista appare (almeno in un primo momento) cresciuta, realizzata e responsabile. Un’amica modello e una donna in carriera sulla quale poter sempre contare Quando, però, le vicende sentimentali divengono sempre più complicate, ecco che riappare la fragilità della protagonista. Libby commette figuracce, è tormentata da dubbi amletici e, soprattutto, inizia a calpestare gli affetti.

Come già nel primo volume, attorno a lei vorticano una serie di personaggi apparentemente secondari tra i quali citiamo: la mamma, con una spiccata predilezione per la figlia maggiore; la sorella Cass alle prese con un reality show sulla sua vita; l’amica Nora a un passo dal matrimonio e soprattutto Olly, fratello maggiore di Nora.

È Olly a essere il personaggio rivelazione di questo capitolo della serie. Alle prese con l’inaugurazione del suo ristorante, il giovane, nonostante lo stress, mostra uno spiccato interesse nei confronti di Libby.

Una menzione speciale merita la coprotagonista Marilyn Monroe. Come la collega Audrey Hepburn appare all’improvviso e si comporta come un’amica reale, una sorta di guida spirituale, provocando non pochi sconvolgimenti nella vita di Libby.

L’autrice si serve di uno stile semplice, fluido e frizzante. I numerosi momenti d’ironia si alternano con le riflessioni sull’amore e la famiglia.

Ampissimo è il coinvolgimento emotivo da parte del lettore, il quale segue le vicende con interesse e curiosità, trascinato dall’uragano Libby, passando attraverso i vari colpi di scena fino all’inatteso finale.

Un romanzo fresco e intrigante di cui attendo il seguito con impazienza. Una lettura piacevole dal ritmo serrato con la quale è impossibile annoiarsi.

4stelle

ACQUISTA Una serata con Marylin Monroe

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...