RECENSIONE DI… “L’IMPREVEDIBILE PIANO DELLA SCRITTRICE SENZA NOME” DI ALICE BASSO


Salve lettori, eccoci giunti alla metà di questo mese di giugno dai colori grigi che fanno venire in mente le giornate di fine estate. In questa ventosa mattina sono qui per parlarvi di un romanzo “Ni”. Mi riferisco a “L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome” di Alice Basso (Garzanti editore).

51tajjt1mnl-_sx329_bo1204203200_

Silvana Cassandra Sarca, detta Vani, lavora come ghostwriter presso una casa editrice. Dotata di talento oltre che di un’incredibile empatia, la giovane dopo aver scritto l’opera di successo di un noto autore, si trova coinvolta in un vero e proprio caso giallo. Bianca, l’autrice alla quale dovrà scrivere il nuovo libro, scompare misteriosamente. In virtù delle sue capacità, Vani non solo collaborerà con la Polizia ma darà un aiuto concreto nella risoluzione del caso. Una grande soddisfazione professionale, mentre sul piano amoroso tutto sembra andare a rotoli.

“Io non sono una normale redattrice. Io sono una ghostwriter, che, come direbbe il commissario Berganza, entra nella testa altrui, e fa funzionare le cose come da solo quel cervello non saprebbe fare.”

Da grande amante dei libri e del mondo editoriale, non potevo lasciarmi sfuggire la lettura di questo romanzo, che, però, ha un po’ deluso le mie aspettative.

Ciò che immediatamente attira l’attenzione del lettore è il lavoro della protagonista: essere una ghostwriter è qualcosa di  tremendamente affascinante e inquietante al tempo stesso. Se ci si sofferma un attimo sulla protagonista, ecco che affiora la delusione: Vani è professionalmente perfetta ed ella ne è consapevole al punto da autolodarsi. È intelligente, ha idee entusiasmanti, eccelle persino nel campo investigativo al quale è estranea. Tutto merito dell’empatia, certo. Quella forza misteriosa, una sorta di potere magico, che le permette di entrare nella mente di chiunque. Diabolico, direi. Sono tutti questi fattori a rendere la protagonista antipatica e, in un certo senso, irreale. Se, invece, la si sradica dal suo ambiente, ecco che appare la ragazza qualunque, tranquilla, solitaria, che ama restare a casa e che non le importa di niente. Una donna dal doppio volto, per riassumere.

Il mondo che ruota attorno a Vani è principalmente quello editoriale fatto di contratti, campagne pubblicitarie, copie vendute.

Il suo capo, Enrico, è un editore senza scrupoli, pronto a utilizzare qualsiasi mezzo pur di aggiudicarsi l’opera del secolo e a sottopagare colei che dovrebbe invece tenere su un piedistallo poiché è la fonte di tale successo. Lo ammetto: le battaglie di Vani contro Enrico le ho adorate e ho patteggiato per lei.

Personaggio sicuramente ben riuscito è il commissario Berganza, colui che, almeno fisicamente incarna il topos del commissario da romanzo, col lungo impermeabile e l’aria severa, ma che, in realtà, si rivela essere dotato di qualità umane come grande sensibilità e dolcezza.

L’autrice si serve di uno stile semplice, ironico e abbastanza dialogato.

Il ritmo è abbastanza serrato fatta eccezione per alcuni momenti in cui la narrazione rallenta. Ciò, inevitabilmente, influisce sul coinvolgimento del lettore, il quale sembra partecipare attivamente dalla seconda metà del volume (dal caso giallo per intenderci).

Un romanzo sicuramente originale e una lettura nel complesso piacevole. Nonostante mi abbia lasciata un po’ perplessa, sicuramente leggerò il secondo capitolo pubblicato di recente.

2emezzo

ACQUISTA L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome

Grazie per la lettura, alla prossima J

Annunci

3 pensieri su “RECENSIONE DI… “L’IMPREVEDIBILE PIANO DELLA SCRITTRICE SENZA NOME” DI ALICE BASSO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...