RECENSIONE DI… “LA VITA DORATA DI MATILDA DUPLAINE” DI ALEX BRUNKHORST


Salve lettori, qui da me è tornato il gran caldo (purtroppo). Oggi dopo aver lottato contro la connessione internet che ha deciso di scioperare, sono qui per regalarvi la recensione di un romanzo sfavillante. Mi riferisco a “La vita dorata di Matilda Duplaine” di Alex  Brunkhorst (Harper Collins). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

La-vita-dorata-di-Matilda-Duplaine_hm_cover_big

Thomas Cleary, giovane reporter del “Los Angeles Times” riceve l’incarico di scrivere un articolo su Joel Goldman, produttore cinematografico recentemente scomparso. Sarà sua figlia Lily a invitarlo a una cena esclusiva a Bel Air, aprendogli così le porte della luccicante Hollywood. Cena dopo cena, festa dopo festa, Thomas entrerà a far parte dei circolo dei privilegiati fino a conoscere David Duplaine, proprietario di una magnifica tenuta all’interno della quale vive una  bellissima fanciulla bionda: Matilda. Tra i due nasce ben presto un tenero sentimento, destinato, però, a rompere fragili equilibri e a far luce su segreti abilmente celati.

“Era chiaro che Matilda non aveva una vita normale. Tuttavia, prima di tuffar mici a capofitto, dovevo sapere perché passava tutto quel tempo lì dentro, perché sembrava nascondersi dal mondo, e perché stava nascondendo anche me”.

Questo romanzo mi ha attratta immediatamente per l’accostamento con “Il grande Gatsby”, opera simbolo di quanto il lusso, lo sfarzo, la ricchezza e le amicizie tra la gente che conta siano solo apparenze.

Thomas è un giovane inesperto, ma allo stesso tempo tenace. Sognatore, crede nel suo ruolo di divulgatore di notizie. Facilmente plasmabile, si ritrova immerso all’interno di un mondo al quale non appartiene, decisamente diverso da quello che la sua mente possa immaginare. Lusso, ricchezza, cene e tanti, troppi segreti. Thomas percorre questa tortuosa via in punta di piedi, sapendo che la sua è solo una fugace presenza e che è sufficiente il più piccolo errore per precipitare. Capace di attirare le simpatie di quanti lo circondano, Thomas inizia a usufruire di privilegi che gli permettono di raggiungere un’alta posizione sociale, fino all’incontro con Matilda.

Fanciulla dall’aspetto etereo, la giovane è la personificazione del segreto. Dai lunghi capelli biondi, dall’aria quasi da bambina, Matilda non conosce il mondo che vi è al di là del cancello della sua residenza. Vive negli agi, ma per il mondo non esiste. Sicuramente è il personaggio più interessante dell’intera narrazione, dotato di un’indole solo in apparenza fragile e passiva.

L’autrice si serve di uno stile semplice ed elegante, connubio perfetto tra narrazione e descrizione, capace di catapultare il lettore nel dorato mondo di Hollywood ricco di contraddizioni.

Un romanzo intrigante e ricco di sorprese, commistione di diversi generi letterari (romance, romanzo di formazione e un pizzico di mistery). Una lettura piacevole e sicuramente originale.

4stelle

ACQUISTA La vita dorata di Matilda Duplaine

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Un pensiero su “RECENSIONE DI… “LA VITA DORATA DI MATILDA DUPLAINE” DI ALEX BRUNKHORST

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...