RECENSIONE DI… “IL FIGLIO DI RAMSES – LA CITTÀ SACRA” DI CHRISTIAN JACQ”


Salve lettori, l’autunno, almeno qui da me, ha fatto il suo ingresso con qualche giorno di anticipo e la pioggia è diventata compagna inseparabile delle nostre giornate. Questa sera sono qui per proporvi la recensione al volume conclusivo di una quadrilogia molto apprezzata. Mi riferisco a “Il figlio di Ramses – la città sacra” di christian Jacq (Tre60 editore).

unnamed-1

Setna può finalmente riabbracciare la sua amata Sekhet, ma Keku, il mago nero nonché padre della giovane, l’ha rapita. Ha inizio un’estenuante caccia che, senza esclusione di colpi, porterà il Bene e il Male a scontrarsi per la definitiva supremazia.

“«Il Male non rinuncerà qualunque forma assuma. Esiste un solo modo per combatterlo: consolidare il regime di Maat, esercitare la giustizia, costruire dei templi, celebrare rituali, venerare gli dei.» «E prendere coscienza del fatto che nessuna vittoria è definitiva» aggiunse Sekhet.”

Volume conclusivo della saga dedicata alle vicissitudini del figlio di Ramses (Volume primoSecondo volume; Terzo volume)

È senza dubbio quello nel quale appare più evidente il connubio tra storia e fantasy. Se infatti nei capitoli precedenti l’autore aveva presentato la vicenda e gettato le fondamenta della grande battaglia, qui lascia che siano i personaggi stessi assieme a oggetti e formule magiche ad agire. Dal ritmo incalzante e dall’alto tasso adrenalinico, l’opera rivela anche il suo profondo lato umano poiché ogni eroe va inevitabilmente a confrontarsi con le proprie paure, col timore di non riuscire nell’impresa e, purtroppo, anche con la morte.

Setna, a seguito della tragica dipartita del fratello Ramesse, rivela un aspetto totalmente inedito di sé: la capacità di porsi a capo di una spedizione, divenendo così sacerdote e guerriero al tempo stesso. Il suo coraggio va probabilmente oltre i limiti umani e la volontà di riportare l’Egitto all’antico splendore lo porta a mettersi in gioco, a scendere in prima linea mettendo a rischio la sua stessa vita.

Sekhet, sacerdotessa della dea leonessa, non cede al volere del padre e liberata da Setna, diviene suo braccio destro. Donna leale, determinata e innamorata del suo principe, non esita a mettere a servizio del Bene i suoi poteri.

L’autore sceglie una prosa semplice e fluida ricca di riferimenti storici. Come nei precedenti volumi, estremamente curata è l’ambientazione che permette al lettore d’immergersi nella vicenda.

Una quadrilogia ben costruita, originale e intrigante con protagonisti dai sani valori ai quali è impossibile non affezionarsi.

 5stelle

ACQUISTA La città sacra. Il figlio di Ramses

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...