RECENSIONE DI… “IL CAFFÈ DELLE DONNE” DI ANN O’LOUGHLIN


Salve lettori, stiamo per salutare il mese di settembre e quale modo migliore se non con un libro? Questa sera sono qui per parlarvi di un romanzo “straordinariamente forte”. Mi riferisco a “Il caffè delle donne” di Ann O’Loughlin (Harper Collins Italia). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

Il-caffe-delle-donne_hm_cover_big

Ella e Roberta O’Callaghan non si parlano di anni a seguito di eventi dolorosi che hanno minato i loro equilibri e, poiché vivono entrambe nella stessa casa, comunicano solo attraverso bigliettini quando strettamente necessario. A preoccuparle ancor di più Ella sono i recenti problemi con la banca dopo che la loro residenza verte in uno stato di semiabbandono. Cosa fare? Per guadagnarsi da vivere, la donna decide di aprire un caffè nel salone delle feste con l’aiuto della cugina Iris e di Debbie una misteriosa donna americana giunta in Irlanda per fare chiarezza riguardo il suo passato. Nuove sconvolgerti scoperte sono destinate a turbare la quiete di Roscarbury Hall.

“Aveva sempre desiderato vedere il suo volto, sapere di che colore erano i suoi capelli, sapere cosa le piaceva e cosa no. Aveva sempre sognato di potersi sedere un giorno  con lei a sorseggiare una tazza di tè, anche senza parlare, per il solo piacere di stare insieme.”

Quando un romanzo spiazza, lascia nel lettore una sensazione di vuoto. È come se le vicende siano penetrate nel suo intimo e abbiano scavato un solco. Man mano che la lettura prosegue ci si rende conto come tutti i personaggi (anche quelli apparentemente secondari) non sono stati creati “per caso” ma tutti sono legati da impercettibili fitti fili fino a creare la spessa rete del tessuto narrativo.

Sono tante le tematiche affrontate in quest’opera: la maternità, l’abbandono, i difficili rapporti familiari, fino allo scandalo e alla malattia.

Ella appare sin dal primo istante come una donna forte e ostinata a perseguire i suoi obbiettivi nonostante sua sorella faccia di tutto per ostacolarla. Il suo è un coraggio che sorprende, soprattutto dopo che emergono i nodi del passato. Sempre pronta a prodigarsi per il bene degli altri, Ella cela dentro di sé un duplice dolore, difficile da sopportare.

Sua sorella Roberta in apparenza burbera, scontrosa, sempre pronta a criticare qualunque decisione presa da Ella, una figura passiva incapace d’imprimere un’impronta significativa nell’intreccio è anch’ella vittima del dolore e di un passato che non perdona.

Personaggio chiave dell’intera narrazione è senza dubbio Debbie. Gravemente malata, la donna lascia gli Stati Uniti e vola in Irlanda per fare luce sulla sua origine. La sua è una vita travagliata segnata dalla sofferenza sin da quando era una bambina. Nulla, però, che le abbia fatto immaginare quale terribile segreto si cela dietro la sua esistenza.

Debbie ed Ellie, due donne diverse per età e per abitudini, sono legate tra loro. Entrambe costrette a scontare la pena di un grave atto commesso da chi avrebbe dovuto vegliare su di loro. Entrambe pronte, però, a riscattarsi e a sperare in una seconda possibilità.

L’autrice sceglie una prosa semplice, fluida, capace di trasmettere sentimenti e turbamenti fino al lettore, il quale non può restare indifferente dinanzi alle vicissitudini dei protagonisti e chiedersi il motivo per il quale tutto sia accaduto.

Un romanzo forte e complesso dalla grande carica emotiva. Una lettura impossibile da dimenticare.

5stelle

ACQUISTA Il caffè delle donne

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...