RECENSIONE DI… “BRIDGET JONES’S BABY – I DIARI” DI HELEN FIELDING


Salve lettori, buona domenica sera. Come avete trascorso questa giornata festiva? Io leggendo il romanzo del quale sto per parlarvi. Sono certa che lo conoscerete poiché di recente era nelle sale il film. Mi riferisco a “Bridget Jones’s baby – I diari”di Helen Fielding (Rizzoli editore).

32560704

Bridget Jones è nuovamente single, ma,a differenza del passato, è ora una donna che ha raggiunto un personale equilibrio psicofisico: possiede una macchina con GPS; è autrice di un programma televisivo dal discreto successo e vive in un appartamento tutto suo. Alla soglia dei quarant’anni, quando ormai tutte le amiche hanno la prole al seguito, il suo ventre è vuoto. In occasione dell’ennesimo battesimo al quale Bridget è stata invitata in qualità di madrina, rincontra Mark Darcy. Complice una sbornia colossale, i due finiscono a letto. Stessa cosa accade anche con Daniel Cleves. I giorni passano e Bridget scopre di essere incinta… chi sarà il padre del nascituro?

“Ci sono stati diversi momenti nella mia vita in cui ho fantasticato di andare a fare un’ecografia con Mark o Daniel: ma mai, mai con entrambi contemporaneamente.”

Bentornata eroina incontrastata dei chick lit, tu che mi hai trasmesso l’amore per questo genere letterario! Ebbene sì, appartengo anche io alle schiere delle fan di Mark Darcy.

In questo nuovo romanzo Bridget è alle prese con la maternità. In un momento storico – sociale in cui si diventa madri sempre più tardi e molte donne antepongono la carriera alla famiglia, ecco arrivare Bridget che con la sua simpatia mette tutti d’accordo.

Una donna single può essere una brava madre? La protagonista prova a rispondere a questa domanda catapultando il lettore nelle sue vicissitudini di donna combina guai.

Per un bambino c’è sempre un padre, ma per il figlio di Bridget ce ne sono addirittura due pronti a fronteggiarsi in una competizione senza esclusione di colpi fatta di messaggi, ecografie, corsi pre parto.

Ancora una volta Bridget stupisce il lettore dimostrando di essere dotata di istinto materno e di determinazione nel difendere la Vita.

L’autrice si serve di una prosa semplice, fluida, dialogata sviluppata sottoforma di diario capace di coinvolgere pienamente il lettore e di trascinarlo pagina dopo pagina attraverso il “toto papà” fino al rocambolesco, dolce epilogo.

Un romanzo leggero, piacevole e spassoso dal ritmo incalzante. Una lettura fresca al profumo di borotalco.

4stelle

ACQUISTA Bridget Jones’s Baby. I diari

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

2 pensieri su “RECENSIONE DI… “BRIDGET JONES’S BABY – I DIARI” DI HELEN FIELDING

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...