RECENSIONE DI… “A NATALE NON PUOI FINGERE”DI FLORA A. GALLERT


Salve lettori, oggi qui da me c’è un clima tipicamente natalizio caratterizzato da temperature fredde e da un vento ideale per prendere lezioni di volo. Questa sera sono qui per parlarvi di un romanzo natalizio breve ma piacevole. Mi riferisco a “A Natale non puoi fingere” di Flora A. Gallert (autopubblicato dall’autrice).

33191447

Karol vive a New York dove lavora presso la redazione di un’imperante rivista. È una vera stacanovista, considera il lavoro fulcro della sua esistenza a scapito della vita privata. Nell’aria c’è sentore di promozione per la giovane, ma Mr Mike, fondatore della rivista, le pone una condizione: prima di affidarle l’incarico dovranno trascorrere il Natale assieme nel suo cottage in Norvegia. Per Karol è un duro colpo, non solo odia il Natale ma soprattutto sarà costretta a condividere lo stesso tetto con Austin, figlio di Mr Mike, antipatico e pieno di sé.

“Si dice che a Natale si è tutti più buoni, io dico che, in realtà, fingono tutti. E io non sarò da meno: fingerò, come tutti, di essere migliore di quello che sono.”

Qualcuno mi teletrasporti nel cottage di Mr Mike! Il paesaggio innevato e l’atmosfera magica con i tradizionali mercatini contribuiscono a rendere il luogo magico, ideale per trascorrere le feste.

Tema portante di questo romanzo breve è la finzione, evidente non soltanto negli stili di vita dei protagonisti ma anche nell’intero sviluppo narrativo.

Karol, dopo un’esperienza traumatica, ha deciso di dedicarsi solo al lavoro. Da tempo non vede la sua famiglia e il Natale è solo un’inutile festa.

Austin, scapolo d’oro, lavora in redazione grazie alla figura paterna e conduce una vita dissoluta apparentemente priva di sentimenti e responsabilità.

Obbligati a trascorrere insieme il Natale, i due decidono di optare per la finzione : Karol fingerà di amare il Natale e Austin di avere un ottimo rapporto con la collega.

Protagonista latente è il destino che svolge il ruolo di motore dell’azione, infatti grazie ai giochi del fato, i due giovani entreranno in un vortice di emozioni destinate a mettere tutto in discussione.

Austin e Karol chiusi nelle loro esistenze, scopriranno di essere irrimediabilmente legati. Diversi nelle loro solitudini, potranno trovare il giusto equilibrio e sollievo completandosi a vicenda.

L’autrice si serve di uno stile semplice e scorrevole alternando il punto di vista dei protagonisti.

Il lettore è travolto dal flusso narrativo e dalle rivelazioni che si susseguono rapidamente l’una all’altra.

Un romanzo che ha il sapore della rinascita. Una lettura piacevole dove il Natale è considerato punto di partenza per costruire uno splendido futuro.

3stelle

ACQUISTA A Natale non puoi fingere

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...