RECENSIONE DI… “UNA FREDDA MATTINA D’INVERNO”DI BARBARA TAYLOR SISSEL


Salve lettori, buona Epifania a tutti voi. Avete ricevuto la calza? Nonostante il vento di tramontana e il gelo polare che si sono abbattuti qui da me, la befana è riuscita a farmi visita regalandomi dolce e qualche piccolo fiocco di neve. Questa sera sono qui per proporvi la recensione della prima lettura del 2017, un romanzo il cui titolo sembra essere decisamente adatto al contesto meteorologico di questi giorni. Mi riferisco a “Una fredda mattina d’inverno” di Barbara Taylor Sissel (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

una-fredda-mattina-dinverno_8456_x1000

Una fredda mattina di ottobre Lauren Wilder mentre è alla guida della sua auto nota un giovane dall’aria confusa camminare lungo il ciglio della strada fino a giungere a pochi passi dalla sua macchina. Lauren riesce a frenare ma l’immagine di quello strano individuo continua a perseguitarla soprattutto quando si diffonde la notizia della sua scomparsa. Confusa e spaventata, la donna inizia a essere sommersa dai dubbi e dalla preoccupazione, così per provare a fare chiarezza decide di scendere in prima linea partecipando alle ricerche. Solo quando la polizia giungerà alla chiave del giallo, Lauren comprenderà quanto a volte la verità può essere scioccante.

“Secondo Lauren il concetto di troppo tardi non era così facile da definire; non era un punto che potevi indicare dicendo: “Ecco, è questo”, il momento esatto in cui la vita di tutti i giorni finiva e aveva inizio l’incubo. Con il senno di poi, per quanto si sforzasse di individuarlo, Lauren non riusciva a capire quale fosse stato il momento esatto in cui, se solo avesse realizzato la natura della calamità che stava prendendo forma, avrebbe potuto fare qualcosa, agire in qualche modo per prevenirla, in modo da tenere tutti al sicuro.”

Incentrato sulla contrapposizione tra ciò che è reale e ciò che non lo è, il romanzo si rivela un concentrato di eventi narrati con maestria.

Lauren è una donna psicologicamente fragile. A seguito di un incidente che l’ha portata a sviluppare una forma di dipendenza da antidolorifici, vive costantemente sospesa tra vita e non vita, sensazioni e immagini nate nella sua mente. Terribilmente insicura e costantemente in pericolo, Lauren affida la sua esistenza nelle mani del marito Jeff  e della sorella Tara, perennemente innamorata dell’uomo sbagliato.

Anche Bo è un giovane emotivamente instabile a causa di una patologia che lo porta a comportarsi in maniera misteriosa al punto che nemmeno la sorellastra Annie, travolta dall’angoscia e dal peso delle rivelazioni, riesce a trovare una spiegazione.

L’autrice si serve di una prosa semplice ma incisiva dove un ruolo di rilievo è ricoperto dall’irrazionale e dagli effetti sconvolgenti delle sostanze stupefacenti. Descrizioni approfondite degli stati d’animo dei protagonisti si alternano a dialoghi serrati e prese di coscienza dando vita a un’originale struttura narrativa dal finale sconvolgente ad altissimo coinvolgimento emotivo.

Un romanzo che tiene il lettore incollato alle pagine. Una lettura intrigante, giusto mix di adrenalina e saga familiare.

5stelle

ACQUISTA Una fredda mattina d’inverno: 1

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

5 pensieri su “RECENSIONE DI… “UNA FREDDA MATTINA D’INVERNO”DI BARBARA TAYLOR SISSEL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...