RECENSIONE DI… “FLOWER” DI ELIZABETH CRAFT & SHEA OLSEN


Salve lettori, stiamo ancora digerendo il pandoro ed è già arrivato il momento della chiacchiere! Felice Carnevale a tutti voi 🙂 Questa sera sono qui per proporvi  un romanzo del quale ultimamente si sta parlando molto e che sta raccogliendo pareri contrastanti. Mi riferisco a “Flower” di Elizabeth Craft & Shea Olsen (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

flower_8492_x1000

Charlotte è una brava ragazza: studia con impegno, frequenta corsi extrascolastici e spera di poter essere ammessa a Straford. Nella sua vita non c’è posto per l’amore ma solo per l’amicizia con Carlos, confidente e spalla su cui poter contare. Tutto cambia quando una sera un bel ragazzo varca la soglia del negozio di fiori dove lavora part-time. La giovane non immaginerà mai che si tratta di Tate Collins, popstar superfamosa pronta a rubarle il cuore e a stravolgere il suo ideale di vita perfetto.

“Ogni tenero bacio, ogni attimo di sospensione in cui ci guardiamo negli occhi, scopriamo qualcosa che va oltre il desiderio. È come avere fede. E mi rendo conto che farei qualsiasi cosa per lui, andrei ovunque. Rischierei tutto, solo per stare con lui.”

Essere una celebrità non è solo sinonimo di vestiti costosi, soldi e feste esclusive ma anche (e soprattutto) di paparazzi. Lo sa bene Tate Collins, idolo del pubblico femminile e vero sex symbol. Per la popstar nulla è davvero privato e la sua vita viene costantemente data in pasto a riviste scandalistiche e siti di gossip specie da quando ha deciso di smettere di cantare. Per Tate, vissuto in un anonimo paesino col sogno di fare della musica la sua vita, non è affatto semplice vivere a Los Angeles continuamente in balìa di eventi e galà. Dall’indole profondamente problematica, non può, però, essere considerato il tipico bad boy. Se da un lato non disdegna le feste e le ragazze dagli spacchi vertiginosi, dall’altro dimostra più volte, a suo modo, di aver bisogno di normalità, di vivere come un ragazzo qualunque.

Charlotte Reed è l’emblema della semplicità: look anonimo, vita fatta di studio e sogni d’indipendenza. Cresciuta in una famiglia dove i riferimenti maschili sono stati pressoché assenti e dove le donne a causa dell’amore hanno dovuto rinunciare a costruirsi una vita migliore, Charlotte viene letteralmente risucchiata dal mondo patinato che Tate rappresenta fino a mettere in discussione le sue scelte.  Se questo suo atteggiamento di totale abbandono può essere discutibile, è pur vero che si tratta di una ragazza che non ha mai conosciuto l’amore e che si è ritrovata a essere la pedina principale di un immenso “circo emozionale”.

Le autrici scelgono una prosa semplice e diretta che esprime al meglio gli stati d’animo della protagonista, alla cui voce è affidata l’intera narrazione, continuamente sospesi tra euforia e delusione.

Un romanzo leggero e nel complesso piacevole. Una lettura di evasione adatta a un pubblico giovane adulto.

3stelle

ACQUISTA Flower

Grazie per la lettura, alla prossima:)

Annunci

5 pensieri su “RECENSIONE DI… “FLOWER” DI ELIZABETH CRAFT & SHEA OLSEN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...