RECENSIONE DI… “MADAME CLAUDEL È IN UN MARE DI GUAI” DI AURÉLIE VALOGNES


Salve lettori, ha inizio oggi il primo weekend del mese di marzo. Quali programmi avete per questi giorni di relax? Questa sera sono qui per proporvi la recensione di un romanzo che si è rivelato una piacevole scoperta. Mi riferisco a “Madame Claudel è in un mare di guai” di Aurélie Valognes (Newton Compton editori). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

madame-claudel-e-in-un-mare-di-guai_8678_x1000

Ferdinand Brum ha ottantatre anni e vive a Parigi in un condominio elegante assieme a Daisy, la sua cagnolina. Non ama le persone, è burbero e scontroso. Si rifugia nella solitudine del suo appartamento dopo che la moglie è fuggita col postino e la figlia si è trasferita per lavoro a Singapore. Tutto cambia quando la sua esistenza prende una piega inaspettata: Daisy muore in un incidente, lo stesso Ferdinand è vittima di un incidente stradale e sua figlia vorrebbe rinchiuderlo in una casa di riposo. Trovatosi in difficoltà al burbero Ferdinand non gli resta che accettare l’aiuto di Madame Claudel, novantenne tutto pepe nonché sua dirimpettaia e di Juliette, la figlia dei nuovi vicini.

“La sua antipatia è diventata una seconda natura, un’arte di vivere, di sopravvivere… L’unica attività che sia riuscito a trovare per sfuggire alla noia è essere cattivo, tanto per non mancare a nessuno quando se ne sarà andato!”

Quando i romanzi hanno per protagoniste persone anziane nella mente del lettore si apre lo spiraglio della tenerezza.

Ferdinand Brum ha deciso di ridurre all’osso i contatti umani. Stanco della vita sociale, si rifugia in casa, nel suo mondo fatto di televisione, radio e abitudini metodiche. Mai una telefonata, mai una chiacchierata con i vicini, mai una passeggiata. I suoi giorni trascorrono piatti e monotoni fino a quando una serie di eventi vanno a sconvolgere l’equilibrio della sua vita, dandogli così quella scossa della quale necessitava. Ferdinand si trova così a fare i conti con una portinaia impicciona, nuovi vicini decisamente rumorosi per i suoi gusti e persino con una nuova amica. È lui a essere, in barba al titolo, il vero protagonista del romanzo. È lui che pagina dopo pagina, scontrandosi con gli imprevisti, gli equivoci e i problemi di famiglia pian piano squarcerà quel spesso velo di scontrosità, trasformandosi in una persona amichevole, saggia, con la quale si vorrebbe trascorrere il pomeriggio a conversare. Sì, perché dietro il suo essere scontroso e asociale si nasconde un trauma di fondo non ancora del tutto sopito e un bisogno di dialogo che nessuno ha mai realmente compreso.

Madame Claudel, colei che dà il titolo al romanzo, è un personaggio sicuramente interessante e “di carattere”. Decisamente molto sprint per la sua età, la donna grazie ai suoi modi amichevoli e al savoir faire, si rivelerà più utile di uno psicologo per guarire la “patologia” del suo vicino. Simpatica, irriverente e sempre pronta a prodigarsi per gli altri, è un vero e proprio vulcano rosa.

Juliette, bambina costretta a crescere in fretta, entra prepotentemente nella vita di Ferdinand. Il suo modo di affrontare il dolore, il suo essere una piccola donna con una mente elastica, amante della letteratura impegnata, diviene per il vecchio Brum una piacevole compagnia di pranzi e conversazione. Sarà insieme a lei che rifletterà sulla vita, sui rapporti umani e sarà grazie a lei se il cuore tornerà a palpitare.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto, ironico e molto scorrevole. La lettura scorre via piacevolmente, anzi, il lettore riesce persino a “vedere” le scene narrate, non potendo fare a meno di sorridere (talvolta in maniera amara) dinanzi alle vicissitudini dei protagonisti.

Una lettura briosa. Un romanzo che unisce ilarità e riflessione, in un connubio di allegria, dolcezza e riflessione.

3emezzo

ACQUISTO Madame Claudel è in un mare di guai

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...