SESTA TAPPA BLOGTOUR “IL RUBINO INTENSO DEI SEGRETI” DI VIVIANA PICCHIARELLI


Salve lettori, quest’oggi il blog ha il piacere di ospitare la sesta (e ultima) tappa del blgotour dedicato al romanzo di Viviana Picchiarelli “Il rubino intenso dei segreti” (Women@Work).

banner

Il tour vede coinvolti, oltre me, anche i seguenti blog: Libri di cristalloWords of booksLily’s bookmarkLibri al caffèChicchi di pensieri

calendario

SESTA TAPPA: RECENSIONE

La Capotosti è un’azienda vinicola umbra famosa per la produzione di ottima qualità. Gestita da Olivia, la quale alla morte del marito ne ha assunto a pieno titolo il controllo, vede nelle persone di Gianfranco ed Enrico i punti cardini assieme a Michele, giovane 33791359nipote. La vita scorre serena fino a quando l’improvvisa malattia di Olivia costringe i due figli ad assumere il pieno controllo e Michele a rinunciare al suo sogno. L’uomo, fortemente provato anche per la fine dell’amore con Greta, sua cugina, si sente stretto in un ruolo che non gli appartiene. Tuttavia il destino ha in serbo ben altro. Il ritorno improvviso della ragazza, la quale porta con sé un profondo segreto e una serie di avvenimenti più o meno dolorosi, sembrano voler squarciare il velo dei segreti che ruotano attorno alla tenuta.

“La lontananza dalla tenuta, però, non era bastata a fornirle le risposte che cercava. Anzi, era ormai consapevole che fosse necessario tornare a casa per sciogliere una volta per tutte i nodi che le serravano l’anima in una trappola soffocante.”

Saga familiare a tutti gli effetti, l’opera si configura come un romanzo corale dove ogni personaggio agisce in maniera concreta sullo sviluppo narrativo.

Tema centrale è quello del segreto con tutte le conseguenze a esso connesse. Esistono, ovviamente, diversi motivi che conducono alla scelta di celare la verità e i membri della famiglia Capotosti hanno un bel po’ di scheletri nell’armadio. Sì, perché nulla è quel che sembra e anche tutto ciò che a un primo sguardo può sembrare sincero e autentico nasconde un cumulo di menzogne.

Greta, ballerina classica costretta a rinunciare al suo sogno a causa di un incidente, non ha mai dimenticato Michele. Tornare alla tenuta dalla quale era fuggita anni prima è per lei sinonimo di dolore soprattutto quando scopre che il cugino sembra averla dimenticata. Figlia di Enrico rivela un lato altamente responsabile, prodigandosi per il bene della famiglia e della nonna, ormai completamente in balìa della malattia.

Michele, pianista mancato a causa dell’imposizione paterna, ha con Gianfranco frequenti scontri. Non immune al fascino della bella cugina, si abbandono a lei nonostante la presenza di una fidanzata quasi moglie, ma il peso di una rivelazione lo costringe a fare i conti con quella che crede essere la realtà dei fatti.

Dolori, silenzi, incomprensioni sono gli elementi cardini della narrazione nella quale persino l’amore non appare limpido ma inquinato da impurità che costringono i personaggi a fare passi indietro, a riconsiderare la propria esistenza per poter provare a scrivere un degno futuro.

L’autrice si serve di uno stile semplice, scorrevole, diretto capace di mantenere sempre viva l’attenzione del lettore. Per quanto denso di rivelazioni, il romanzo concede il giusto tempo per riflettere, fare congetture e supposizioni.

Una lettura dal ritmo incalzante e dalla struttura decisamente imprevedibile. Un continuo colpo di scena. Pagine dalle quali risulta molto difficile staccarsi.

4stelle

ACQUISTA Il rubino intenso dei segreti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...