RECENSIONE DI… “ASSALTO A VILLA DEL LIETO TRAMONTO” DI MINNA LINDGREN


Salve lettori, come procedono gli effetti dell’arrivo dell’ora legale? A me nel complesso tutto bene, solo ore che corrono via decisamente troppo in fretta. Questa sera sono qui per parlarvi di un romanzo divertente, con protagoniste arzille signore, terzo volume di una serie molto apprezzata. Mi riferisco a “Assalto a villa del lieto tramonto” di Minna Lindgren (Sonzogno editore). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

https://i0.wp.com/www.sonzognoeditori.it/media/libri/4542631.jpg

Villa del Lieto Tramonto dopo i lavori di ristrutturazione, si è trasformato in un tripudio di pareti intelligenti, robot e sensori. Non vi è più alcuna traccia degli infermieri né degli addetti alla ristorazione, solo macchine, led e vocine elettroniche. Gli unici esseri umani presenti, oltre gli anziani, sono alcuni giovani volontari del Risveglio della fede, un’organizzazione religiosa che organizza riunioni per ricevere donazioni. A Irma, Siiri e Anna-Liisa, la faccenda non quadra e, prese dallo spirito investigativo, decidono di prendere in mano la situazione.

Il contatto con un altro essere umano, nella vita, è la cosa più importante. […] Più passano gli anni e più lo diventa. Da giovani , avere altri accanto a sé può non sembrare un bisogno, ma quando non rimane più nessuno ci si accorge di quanto conti.”

In questo terzo capitolo della serie (Recensione primo volume – Recensione secondo volume) ritroviamo le tre affezionate vecchiette alle prese con qualcosa che sembra essere molto più grande di loro. L’età avanza, i cent’anni sono ormai vicine eppure, nonostante gli acciacchi, la lotta contro le ingiustizie e i crimini è più viva che mai. Siiri è sempre e comunque la leader. È colei che si muove meglio tra display touch e viaggi e tram; Irma, alle prese con i primi sintomi di demenza, continua a dare manforte alla sua compagna e Anna-Liisa non ancora ripresasi dalla morte del suo adorato Onni, alterna momenti di serenità e solarità a vere e proprie crisi depressive.

Temi centrali del romanzo sono l’abuso tecnologico e la strumentalizzazione della religione, entrambi di grande portata psico-sociale.

Che la tecnologia abbia invaso le vite umane ormai è un dato di fatto. Ciò su cui l’autrice si sofferma è il mostrare come questa possa sconvolgere le vite di quanti non l’hanno mai conosciuta. Non è semplice per una persona anziana entrare nell’ottica in base alla quale in pochissimo tempo tutta la sua vita diviene funzione di strani aggeggi, men che meno si può pensare che la tecnologia possa sostituire l’assistenza sanitaria.

La seconda tematica, dalla quale poi si dipana il giallo, è ancor più delicata poiché entrano in gioco numerosi altri fattori primi fra tutti la persuasione e lo “sfruttamento” del timore di Dio. Gli anziani ospiti vengono letteralmente risucchiati da un meccanismo creato ad hoc e plagiati fino al punto da firmare testamenti e laute donazioni attraverso i quali i loro conti bancari si svuotano, mettendo a grave rischio la permanenza stessa all’interno della casa di riposo.

Non mancano (oltre la mappa con la quale si apre il romanzo) le passeggiate in bus e le descrizioni artistiche di luoghi simbolo della città e quella vena tragicomica nel descrivere gli eventi.

L’autrice si serve di uno stile semplice, scorrevole, dialogato e leggero così da catturare il lettore tenendolo incollato alle pagine, curioso di scoprire cosa combineranno le arzille vecchiette.

Un romanzo caratterizzato dal tipico riso amaro che lascia un leggero senso di amaro in bocca. Una degna conclusione di una serie che ho apprezzato sin dalle primissime pagine e della quale, lo confesso, sentirò sicuramente tanta nostalgia.

5stelle

ACQUISTA Assalto a Villa del Lieto Tramonto

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...