RECENSIONE DI… “PAPER PRINCESS” DI ERIN WATT


Salve lettori, come vi avevo preannunciato qualche giorno fa, durante il blogtour di “Paper princess” di Erin Watt (Sperling & Kupfer), ci sarebbe stata una giornata nella quale tutti i blog partecipanti avrebbero proposto la recensione al romanzo. Per leggere la presentazione del romanzo, cliccate QUI

18641706_10213038133138721_1081214567_o

Ebbene, quel giorno è arrivato e qui di seguito potrete trovare la mia recensione!

18716713_10213038133098720_1208360112_n

Ella Harper ha diciassette anni ed è stata costretta a crescere in fretta. Non ha mai conosciuto il padre e da quando la madre è morta, ha dovuto imparare a sopravvivere. Tra un lavoretto e l’altro (talora decisamente poco consoni alla sua età) è riuscita a trovare un suo equilibrio che le consente di frequentare la scuola e sperare in un avvenire migliore. La sua esistenza verrà nuovamente sconvolta a causa di una persona, Callum Royal, che le rivelerà di essere il suo tutore legale. Ella perciò si ritroverà ben presto a vivere una vita che non aveva mai neanche lontanamente immaginato: un immensa villa, lusso ovunque e cinque aitanti “fratelli” pronti a renderle le giornate impossibili . Tra questi vi è Reed, giovane apparentemente scontroso ma in grado di trasmetterle sensazioni che non aveva mai provato.

51l6CV8dRiL

“Davvero non è giusto che sia così figo, ha anche quest’aria da cattivo ragazzo che di solito non mi attira, ma che per qualche ragione lo rende ancora più attraente. Suppongo mi piacciano i cattivi ragazzi. Un attimo, ma che cavolo sto pensando? Non mi piacciono i cattivi ragazzi.”

In apparenza impostato come una sorta di “favola moderna”, il romanzo è ricco di tematiche d’impatto sociale quali il restare soli dopo una perdita e i difficili rapporti familiari.

Ella è un personaggio interessante e decisamente ben riuscito. Determinata, non si lascia sopraffare dalle difficoltà e nonostante continui a soffrire, ha imparato a non mostrare mai il suo dispiacere poiché il pianto altro non è che simbolo di debolezza. Immersa in una realtà nuova e per lei sconosciuta, Ella, pur essendo a disagio, non perde un attimo quella testardaggine e quel coraggio che sono da sempre stati parte di lei. Sicuramente più grande della sua età a causa delle esperienze che la vita le ha costretto ad affrontare, non riesce a reprimere un piccolo lato di sé puramente adolescenziale che la spinge ad abbandonarsi agli istinti e alle logiche dei primi turbamenti amorosi.

Reed, viziato come i suoi fratelli, abituato ad avere tutto quello che desidera senza considerare il vero valore della sua ricchezza, appare sin dalla sua entrata in scena come un ragazzo arrogante e scontroso. Sempre pronto a rivolgersi a Ella in malo modo, man mano che i capitoli procedono getterà la maschera, rivelando il suo vero volto.

Tra Ella e Reed vi è una forte attrazione in un primo momento puramente fisica e d’istinti, poi destinata a crescere e mutare sino allo sconvolgente finale che rimescola nuovamente le carte.

L’autrice si serve di uno stile semplice, diretto, fluido e accattivante capace di catturare l’attenzione del lettore tenendolo incollato alle pagine completamente coinvolto dalle vicissitudini dei personaggi.

Un romanzo piacevole, scorrevole e dal ritmo incalzante. Una trama ben costruita e personaggi che sembrano usciti da una serie tv.

4stelle

ACQUISTA Paper Princess (versione italiana) (The Royals Vol. 1)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

5 pensieri su “RECENSIONE DI… “PAPER PRINCESS” DI ERIN WATT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...