RECENSIONE DI… “PAPER HEIR” DI ERIN WATT


Salve lettori, eccoci giunti al secondo giorno della settimana, giornata grigia e nuvolosa qui da me, per certi versi non sembra essere marzo. Questa mattina sono qui per parlarvi del nuovo capitolo di una serie intrigante che sta stregando tantissime lettrici (me inclusa). Mi riferisco a “Paper Heir”, quarto volume della serie “The Royal” di Erin Watt (Sperling&Kupfer editore). Ringrazio la casa editrice per avermi spedito una copia.

 Risultati immagini per paper heir amazon

Easton è sempre stato il più ribelle dei fratelli Royal soprattutto a seguito delle dipendenze da alcol e gioco d’azzardo. È l’ultimo anno di scuola e non deve commettere passi falsi. Tuttavia, il suo istinto di cacciarsi nei guai non lo abbandona soprattutto quando ci sono di mezzo le presenze femminili. Hartley Wright è una ragazza introversa e misteriosa che cattura subito l’interesse del giovane Royal. Tra i due si instaurerà un rapporto di amicizia travagliato, destinato a scontrarsi con numerosi antagonisti e a mettere a dura prova la tenacia di Easton.

Se stare con Hartley mi facesse sprofondare in una voragine emotiva in grado di inghiottirmi, scapperei a gambe levate. Ma la sua compagnia mi fa stare bene. È divertente, non sopporta granché le mie cazzate e… mi pare abbia bisogno di me. Nessuno ne ha mai avuto davvero. Ella aveva bisogno di Reed. Mia madre delle pasticche e dell’alcol. I gemelli l’uno dell’altro. Hartley è sola. E c’è qualcosa nella sua solitudine che mi colpisce nel profondo.”

Assieme a Redd, Easton è il fratello Royal che ha maggiormente attirato la mia attenzione sin dalle primissime pagine di questa fortunata serie.

Easton è un ragazzo inquieto, tormentato dai fantasmi del passato e da una reputazione di bad boy e donnaiolo. Eppure, dietro questa maschera da duro si nasconde una persona profondamente sensibile e altruista, legata alla famiglia. Ciò che lo penalizza è la maniera di porsi dinanzi alla vita stessa, sempre sfacciato, pronto a cacciarsi nei guai senza pensarci più di tanto.

Al contrario Hartley è profondamente riflessiva. Non le interessa apparire, stringere amicizie o innamorarsi, il suo intento è studiare e tenere al sicuro il suo segreto. Attorno a lei circola un’aurea di mistero che la rende interessante e spinge il lettore a proseguire avidamente nella lettura.

Dal punto di vista stilistico il romanzo presenta una prosa semplice, scorrevole e molto dialogata che conduce sino all’incredibile finale che tiene col fiato in sospeso (in tutti i sensi!) in attesa della pubblicazione del quinto e ultimo volume della serie, che si preannuncia molto interessante.

4stelle

ACQUISTA Paper heir. The royals: 4

Grazie della lettura, alla prossima 🙂

Annunci

5 pensieri su “RECENSIONE DI… “PAPER HEIR” DI ERIN WATT

  1. Il Mondo di SimiS ha detto:

    Devo iniziare tutta questa serie Paper…anche se qualcuno ha storto il naso per la protagonista troppo servizievole… bho

    Ho creato un gruppo su FB, una vetrina in cui possiamo farci pubblicità sia coi propri libri che con le recensioni. Se ti va di iscriverti vieni qui 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...