RECENSIONE DI… “THE STUDYING HOURS” DI SARA NEY


Salve lettori, quest’oggi il blog ospita una tappa del review tour dedicato a “The studying hours” di Sara Ney (Hope Edizioni). Vi lascio qui sotto il banner ufficiale dell’evento e l’elenco di tutti i blog aderenti. Vi anticipo anche che il romanzo, purtroppo, non è riuscito a conquistarmi.

L'immagine può contenere: testo

 L'immagine può contenere: testo

Sebastian gioca a wrestling, ha un fisico prestante, tatuato e attira su di sé gli sguardi di tutte le ragazze. Jameson è una studentessa modello, studia in biblioteca e indossa anonimi cardigan. Sarà proprio in biblioteca che il destino li farà incontrare e mettere a confronto in una battaglia estenuante. La posta in gioco per entrambi è davvero molto alta.

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

I miei occhi depravati viaggiarono sfrenatamente dal suo collo definito giù fino ai suoi pettorali duri come la roccia e ai suoi addominali piatti e tonici, ogni singolo centimetro del suo lungo e spesso pene visibile sotto la sua stretta e sottile tutina. Dio benedica il disegnatore di quel terribile vestiario.”

Ammetto di essere stata attirata dall’ambientazione del romanzo. Le biblioteche mi hanno da sempre affascinata, specie quelle universitarie che ho frequentato assiduamente durante gli anni trascorsi in Ateneo. Tuttavia, il romanzo mi ha profondamente delusa sia per quanto concerne la trama sia per la caratterizzazione dei personaggi.

La trama si snoda attorno a un unico grande desiderio: il possesso fisico della ragazza da parte di Sebastian. Il giovane, infatti, sin dalle primissime pagine, appare profondamente attratto da Jameson ed è esplicita la sua intenzione. Questo desiderio permane per tutto il romanzo e ogni evento accade in funzione del “grande desiderio”.

I personaggi mi hanno dato l’impressione di essere per certi versi infantili o comunque sembrano comportarsi in una maniera non propriamente idonea alla loro età. Tralasciando l’aspetto puramente sessuale, alcuni atteggiamenti costituiti da pseudo dispetti o vendette sono poco adatti a un romanzo new adult.

Lo stile dell’autrice è diretto, esplicito, dialogato, la narrazione avviene alternando i punti di vista dei due protagonisti, ma la prosa non riesce a conquistare il lettore, appare talora ripetitiva tanto che ho fatto davvero fatica a proseguire nella lettura.

Un romanzo da cui mi aspettavo molto di più, sicuramente ha delle buone premesse, ma probabilmente la trama non è stata sviluppata come avrebbe meritato.

1 stelle

ACQUISTA The studying hours (How to date a douchebag Vol. 1)

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Annunci

2 pensieri su “RECENSIONE DI… “THE STUDYING HOURS” DI SARA NEY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...