LETTURE TOP E FLOP DEL 2019


Salve lettori, eccoci giunti all’ultimo giorno del mese di dicembre e questo è l’ultimo post  del 2019 qui nel blog. Giunge al termine un altro anno trascorso insieme tra letture che ci hanno più o meno coinvolti e delle quali abbiamo discusso in questo angolino virtuale. Come probabilmente immaginerete, quest’oggi parleremo dei cinque libri che più mi hanno colpito e dei cinque che mi hanno delusa nel corso di questo anno libroso. I libri menzionati in questo post non seguono una classifica ma vengono presentati in ordine cronologico di lettura; preciso inoltre che si tratta di mie opinioni personali e non di giudizi assoluti quindi consiglio di affrontare la lettura anche di quei testi che ho ritenuto deludenti.

5 libri top letti nel 2019

  • Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf, Newton Compton editori (letto a gennaio). Questo libro è un capolavoro nel vero senso della parola. Si tratta di una dichiarazione d’amore nei confronti della scrittura al femminile oltre che una riflessione sul ruolo che le donne rivestono in letteratura. Recensione qui;
  • Circe di Madeline Miller, Sonzogno (letto a marzo). Si tratta di una rivisitazione romanzata della celebre figura che si incontra nell’”Odissea” di Omero coinvolgente e ben strutturata. Recensione qui;
  • Amiche di penna di Marosella Di Francia e Daniela Mastrocinque, Mondadori (letto a maggio). Il lettore si trova dinanzi a un fitto scambio epistolare tra due celebri eroine della letteratura: Anna Karenina ed Emma Bovary, attraverso le quali emerge il ritratto di due donne passionali alla disperata ricerca del loro posto nel mondo. Recensione qui;
  • Il mio cuore è più stanco della mia voce di Oriana Fallaci, Bur/Rizzoli (letto a novembre). L’opera raccoglie alcuni interventi che la celebre giornalista ha tenuto presso importanti ambienti universitari. Si parla di poesia, politica, giornalismo con lo stile inconfondibile, schietto e diretto, che ha reso grande la Fallaci. Recensione qui;
  • Il meraviglioso Natale delle sorelle McBride di Sarah Morgan, HarperCollins (letto a dicembre). Si tratta di un romanzo natalizio nel quale sono importanti i rapporti familiari tra sorelle e tra genitori adottivi. L’autrice è abile nel delineare la psicologia dei personaggi e a trasmettere al lettore le loro emozioni. Recensione qui.

5 libri flop letti nel 2019

  • Asimmetria di Lisa Halliday, Feltrinelli (letto ad aprile). Il romanzo è suddiviso in tre parti che corrispondono ad altrettante storie asimmetriche incentrate su rapporti tra due individui diametralmente opposti. L’intento è sicuramente originale, tuttavia non sono riuscita a entrare nell’opera. Recensione qui;
  • La ragazza del convenience store di Sayaka Murata, edizioni e/o (letto a maggio). La protagonista è una donna che si è rifugiata in un ideale di vita che lei crede perfetto che la fa sentire al sicuro nonostante il mondo sia andato avanti senza di lei. Indubbiamente interessante dal punto di vista psicologico, non è riuscito a coinvolgermi. Recensione qui;
  • La felicità del cactus di Sarah Haywood, Feltrinelli (letto ad agosto). Ho letto questo romanzo in un momento di relax estivo convinta di trovarmi dinanzi a una commedia romantica leggera e spassosa, invece la protagonista non fa altro che tenere il lettore a distanza col suo atteggiamento pungente. Recensione qui;
  • Eleonor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman, Garzanti (letto a settembre). Ammetto di essermi fatta incuriosire dalla fama del libro, molti lo osannavano, altri lo detestavano. Ciò che non mi ha convinto è stato l’atteggiamento metodico e chiuso della protagonista e lo stile dell’autrice che tende a mettere il lettore nell’angolo. Recensione qui;
  • Il caffè dei piccoli miracoli di Nicolas Barreau, Feltrinelli (letto a novembre). Barreau è un autore di cui apprezzo la capacità di unire narrazione e descrizioni, tuttavia in questo romanzo la vicenda narrativa si sviluppa troppo velocemente e talora in maniera un po’ troppo irreale. Recensione qui.

Bene lettori, quali sono stati i vostri libri top e flop del 2019? Fatemelo sapere nei commenti (se vi va) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...