RECENSIONE DI… “UNA MUMMIA NELL’ARMADIO” DI H. JOKING


Salve lettori, eccoci giunti alla metà del mese di maggio. Questa mattina sono qui per parlarvi di un romanzo che ha esercitato su di me una forte curiosità essendo, come probabilmente saprete, una grande amante della civiltà egizia. Mi riferisco a “Una mummia nell’armadio” di H. Joking (Triskell edizioni). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

52591800. sy475

Daphne ha sedici anni, vive con la madre ed è una studentessa come tante. Un giorno durante una visita d’istruzione nel museo egizio assiste a un evento assurdo: un forte terremoto ridà vita a una mummia conservata all’interno di una delle teche. La giovane è alquanto confusa e il suo sconcerto aumenta quando si renderà conto che il faraone Rashef I si è materializzato nella sua stanza. Tra momenti esilaranti, deliri, manie di protagonismo da arginare la vita di Daphne non sarà più la stessa, dopotutto ci sono vasi canopi da riportare al loro legittimo proprietario e il mistero sulla morte del faraone da risolvere.

“Era come se il mondo che mi circondava si fosse annebbiato, eclissato da un passato che credevo estinto e che tuttavia era capace con la sua luce di oscurare tutto il resto. Nulla aveva più importanza. C’era soltanto Rashef.”

La civiltà egizia esercita un certo fascino su moltissima gente di tutte le età che affolla i tanti musei a essa dedicati. Indubbiamente il motivo di tanto interesse è da ricercarsi nel forte culto dei morti che gli egiziani esprimevano. È proprio da questo concerto che si sviluppa questo originale romanzo young adult dall’ambientazione e atmosfere fantasy.

Daphne ha una vita ordinaria. Si divide tra gli impegni scolastici, un ex fidanzato che la vorrebbe ancora, un fidato migliore amico e una madre eccentrica con la passione per il teatro. Non potrà immaginare che si ritroverà a essere, suo malgrado, protagonista di un’avventura al limite del reale.

Rashef piomba dal passato in una società completamente diversa da quella nella quale ha vissuto. Non riesce ad adattarsi o meglio pretende che siano gli altri ad adattarsi a lui e alle sue folli richieste. È tenebroso, arrogante ed essendo un sovrano pretende tutto quello che desidera anche se i suoi ordini sono decisamente in antitesi con la contemporaneità.

Attraverso le peripezie di Daphne e Rashef l’autrice accompagna il lettore in un viaggio nell’antico Egitto. Con una prosa semplice ed efficace presenta modi di vivere della società del tempo, usi e tradizioni, cultura, religione e riti di mummificazione che coinvolgono il lettore, divertendolo e facendolo incuriosire.

Un romanzo diverso e originale. Una lettura molto scorrevole continuamente scissa tra passato e presente, due mondi diversissimi ma che con un pizzico di magia e di “pulviscolo degli dèi” potrebbero incontrarsi.

4stelle

ACQUISTA Una mummia nell’armadio

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...