RECENSIONE DI… “CERCANDO VIRGINIA” DI ELISABETTA BRICCA


Salve lettori, apprezzate Virginia Woolf? Io moltissimo, infatti sto cercando pian piano di recuperare tutte le sue opere. Per quale motivo vi ho posto questa domanda? Nel romanzo del quale sto per parlarvi oggi la Woolf ricopre un ruolo molto importante. Mi riferisco a “Cercando Virginia” di Elisabetta Bricca (Garzanti). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Cortona, 1976. Emma è una giovane donna amante dei libri. Purtroppo è costretta a celare la sua passione e per leggere si nasconde nella stalla, lontana dagli occhi di tutti i suoi familiari, fatta eccezione per il fratello Settimio, l’unico che crede nel potere della lettura. Quando, a causa di una violenza, la vita di Emma viene bruscamente sconvolta, sarà proprio l’adorato fratello a offrirle un’importante occasione per ricominciare. “Mrs Dalloway”, un’elegante signora aristocratica di origini inglesi, è alla ricerca di una nuova domestica e così Emma avrà la possibilità di cambiare totalmente ambiente e di trovare nella sua datrice di lavoro un’amica con la quale condividere l’amore per la lettura. La donna, resasi conto della spiccata intelligenza della giovane e del suo bisogno di indipendenza la inizia alla lettura delle opere di Virginia Woolf e insieme fonderanno un club del libro dedicato proprio alla celebre scrittrice. Da quel momento per Emma comincerà un percorso nuovo atto alla scoperta di sé per trovare il proprio posto nella società.

La sete di sapere, così forte da non lasciare che i pensieri si acquietassero nemmeno per un attimo, l’aveva salvata dalle lenta morte per mano dell’ignoranza. Emma era viva. Era acqua, bosco, era il vento d’inverno che faceva vibrare le chiome degli alberi e spazzava i campi. Era la tempesta improvvisa in un giorno d’estate.”

Quando si pensa a Virginia Woolf vengono immediatamente in mente il celebre flusso di coscienza e il “femminismo”. In questo romanzo la poetica e soprattutto la figura della Woolf divengono a tutti gli effetti motori dell’azione.

Emma è una giovane diversa dalle sue coetanee. Ama la lettura, vorrebbe realizzarsi, tuttavia la società le impone tutt’altro. Una donna deve occuparsi della casa, del marito e dei figli e non vi è posto per tutto il resto men che meno per se stessa. D’indole fondamentalmente fragile, Emma vive un trauma che la costringe a fare i conti con la sua femminilità. Il suo è indubbiamente un destino comune a molte altre donne del suo tempo, eppure l’eco che le lascia segnerà inevitabilmente tutta la sua esistenza.

“Mrs Dalloway”, come dice di chiamarsi, è una donna in apparenza forte, che vuole dare di sé l’immagine di persona che ha raggiunto il proprio obiettivo. La sua casa è un piccolo tempio della cultura, la sua intera esistenza sembra essere il frutto della consacrazione alla dea Woolf, della quale la donna intende sviluppare lo spirito indipendente.

I rapporti tra le due protagoniste saranno, sin dal primo momento, ottimi basati su una forte empatia. Non si limiteranno a leggere e discutere delle opere della Woolf ma andranno oltre arrivando a divenire punto di riferimento l’una per l’altra. Sarà grazie a “Mrs Dalloway” che Emma avrà la possibilità di divenire parte attiva della propria vita, scegliendo finalmente ciò che è bene per lei.

L’autrice si serve di una prosa semplice ed elegante al tempo stesso. Lo stile è curato nei dettagli, ciascun capitolo si apre con una citazione tratta da tre opere della Woolf: “Una stanza tutta per sé”; “Le tre ghinee” e “Diario di una scrittrice” che permettono di instaurare un contatto con la scrittrice.

Il lettore è costantemente coinvolto nella vicenda. Si lascia rapire dagli eventi, segue con interesse i destini delle due protagoniste augurandosi che possano abbracciare la loro personale serenità.

Un romanzo originale e complesso che affronta l’eterna problematica dell’emancipazione femminile. Un’opera che vuole mostrare quanto grazie allo studio e a un ruolo da protagoniste le donne possono sentirsi veramente indipendenti.

ACQUISTA

Cercando Virginia

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

4 pensieri su “RECENSIONE DI… “CERCANDO VIRGINIA” DI ELISABETTA BRICCA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...