RECENSIONE DI… “TEMPI DURI PER I ROMANTICI” DI TOMMASO FUSARI


Salve lettori, quest’oggi torna l’appuntamento con la rubrica “Tu leggi? Io scelgo!” che consiste nel recensire un libro letto da un altro blogger che partecipa a questa simpatica iniziativa. Questo mese ho scelto tra le letture di Dolcissima del blog Le mie ossessioni librose un romanzo che desideravo leggere da anni. Mi riferisco a “Tempi duri per i romantici” di Tommaso Fusari (Mondadori).

Stefano è un ragazzo romano di ventidue anni, lavora in un negozio di abbigliamento, è andato a vivere da solo e frequenta Michela. La sua è una vita normale scandita tra giornate lavorative, pranzi in famiglia e serate trascorse con gli amici di sempre. Eppure uno tsunami emotivo sta per abbattersi sulla sua vita. Mentre sistema le ultime scatole contenenti gli oggetti della sua vita da adolescente a casa dei suoi s’imbatte in un dischetto di cartone sul quale sono disegnati un pettirosso e una gabbia. Immediatamente la sua mente vola ad Alice, una bambina dai lunghi capelli rossi, che non vede da dieci anni. Stefano vuole ritrovarla a ogni costo. Non sa più nulla di lei né dove si trovi, a muoverlo è la convinzione di avere con lei qualcosa di sospeso.

Perché si possono dimenticare episodi, eventi, parole, canzoni, ma mai le persone che ci hanno fatto del bene anche se poi non ce ne hanno fatto più. Possiamo ricordarle con rabbia, con odio, con sofferenza, anche con risentimento purché le ricordiamo.”

Ci sono incontri che lasciano il segno. Importa poco se questi avvengono quando si ha quarant’anni o, come nel caso del protagonista del romanzo, dodici. Un invisibile filo rosso tiene uniti i due individui in maniera indissolubile anche se, fisicamente, non è possibile.

Stefano si sta costruendo la propria vita passo dopo passo. È un giovane uomo alla costante scoperta di sé e della sua esistenza, sta gettando le basi per il futuro. Gran giocherellone, ama divertirsi con gli amici con i quali condivide momenti di svago e paranoie quotidiane e crede di aver trovato l’amore. Cos’è poi l’amore? A questa domanda è difficile dare risposta, Stefano non l’ha ancora capito, non ha ben chiaro cosa prova per Michela. E se fosse solo trasporto e non amore? In che modo capirlo?

Alice, che viene presentata al lettore nel prologo, appare come un’entità in grado di creare scompiglio nella vita di Stefano e, di conseguenza, nella trama. La fanciulla che vive nei ricordi di Stefano si rivelerà, però, ben diversa dalla donna del presente, provata dalla vita, apparentemente distante.

Ritrovarla significherà per Stefano tirare fuori tutta la sua determinazione mettendosi in gioco, consapevole di dover mettere nel preventivo dei rischi. La sua è una vera e propria caccia al tesoro tra Roma e Torino, la posta in gioco è davvero alta, forse avrà la possibilità di comprendere cosa sia il vero amore.

Lo stile dell’autore è semplice e scorrevole ricco di frasi a effetto incentrate sulla concezione dell’amore. La sua prosa fluida, assieme al ritmo narrativo piuttosto incalzante e a un colpa di scena che toglie il fiato, cattura l’attenzione del lettore che segue le vicende con la curiosità di scoprire se un “amore” nato quando si è poco più che bambini possa davvero durare nel tempo.

Un romanzo spiccatamente romantico che non disdegna l’affrontare tematiche un po’ più impegnate. Una lettura che sa far emozionare, spiazzare e divertire.

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

ACQUISTA

Tempi duri per i romantici

23 pensieri su “RECENSIONE DI… “TEMPI DURI PER I ROMANTICI” DI TOMMASO FUSARI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...