RECENSIONE DI… “ESPRIMI UN DESIDERIO, ANZI TRE” DI LIANE MORIARTY


Salve lettori, oggi il blog ospita il review party del romanzo “Esprimi un desiderio, anzi tre” di Liane Moriarty (Mondadori). Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia ebook.

Cat, Lyn e Gemma sono tre sorelle gemelle tanto simili nell’aspetto quanto diversissime sul piano caratteriale. Durante la festa organizzata in un ristorante di Sydney in occasione del loro compleanno, tutto all’improvviso precipita e quella che doveva essere una serena festa si trasforma in una diatriba a colpi di forchettina da fonduta. Cos’è accaduto? Qual è stata la scintilla che ha fatto scoppiare questa singolare guerra? Per comprenderlo è necessario fare alcuni passi indietro e tornare al punto di partenza, lì dove tutto iniziò.

“«Litigate molto? I gemelli litigano più del normale?» «Le gemelle Kettle sì. Ma penso che noi tre siamo anomale. Quando eravamo piccole, mamma ci portava a un club per trigemini e certi si adoravano. Noi eravamo così disgustate che li prendevamo a sassate». «Piccole selvagge».”

Le litigate tra fratelli presumo (uso questo verbo in quanto sono figlia unica) siano eventi tragicomici proprio come tragicomico è questo romanzo.

Le tre gemelle sono delle tipette psicologicamente interessanti alle prese con problematiche di vita talora molto difficili.

Cat, apparentemente la più forte tra le tre, è colei alla quale tutto ciò che aveva costruito improvvisamente si disintegra. Suo marito, infatti, le confessa di averla tradita e da quel momento per lei inizia una fase fatta di rabbia, desiderio di vendetta e masochismo nel voler scoprire chi è la misteriosa donna con la quale suo marito ha compiuto tale brutale gesto.

Lyn è la sicuramente la più fortunata. È riuscita a realizzarsi come lavoratrice e come madre di famiglia, sembra essere una donna appagata e serena invece nasconde dietro la facciata della tranquillità una serie di ansie che la logorano.

Gemma, la ribelle, non ama avere punti fermi nella vita infatti non ha una casa né un fidanzato stabile. Se da un lato questi suoi atteggiamenti possono apparire frivoli e infantili per certi versi, non sono altro che coperture per nascondere ciò che la tormenta da anni: la morte del suo futuro sposo a poche settimane dalle nozze.

Purtroppo, a mio parere, l’autrice non riesce a rendere giustizia alle tre sorelle. Le loro vicissitudini vengono presentate in successione, alternando spesso i vari punti di vista e la loro complessità psicologica passa in secondo piano poiché non si riesce quasi a coglierla.

La prosa, per quanto semplice nello stile, si rivela di ostica lettura a causa, secondo me, del ritmo narrativo molto lento che porta il lettore a perdersi nelle tante vicende narrate senza riuscire a instaurare empatia con nessuna delle tre protagoniste e, di conseguenza, a essere coinvolto nella trama.

Un romanzo, a mio avviso, con dell’ottimo potenziale che non viene, però, accuratamente sfruttato e valorizzato.

ACQUISTA

Esprimi un desiderio anzi tre

Grazie per la lettura, alla prossima 🙂

Un pensiero su “RECENSIONE DI… “ESPRIMI UN DESIDERIO, ANZI TRE” DI LIANE MORIARTY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...